Urtica urens in omeopatia: indicazioni per l'uso

Sinonimi: Urtica urens, morso di ortica

Urtica urens è una pianta della famiglia delle ortiche. Cresce ampiamente in vari paesi, essendo un'erbaccia. Utilizzato in omeopatia dal 1836. L'ortica è una pianta condizionatamente velenosa..

La preparazione è composta da una tintura di una pianta verde durante il periodo di fioritura attivo. L'erba è stata a lungo utilizzata nella medicina popolare come agente emostatico..

Possiamo dire che il dottor Barnett ha riscoperto Urtica urens specificamente per la medicina omeopatica. Ha avuto l'idea di usare questo farmaco, che è uno dei risultati migliori della sua attività. Ha sviluppato una terapia di successo basata su questo farmaco dopo aver scoperto l'efficacia di urtica urens per il trattamento produttivo della gotta, che era senza dubbio una manifestazione della sua straordinaria intuizione medica..

Infatti, l'ortica è stata a lungo utilizzata per trattare gli organi delle vie urinarie colpiti e per rimuovere i calcoli e la sabbia presenti nelle urine..

Dioscoride dice che il latte con l'ortica ha un effetto benefico sul corpo umano e:

  • ammorbidisce il corpo, avendo la capacità di purificarlo,
  • lava l'urina e rimuove i calcoli renali,
  • la composizione a base di orzo aiuterà a sbarazzarsi del muco appiccicoso nell'intestino.

Gerard nota una serie di altre indicazioni per l'uso delle ortiche:

  • il succo iniettato nella cavità nasale ferma le epistassi,
  • è utile anche per l'infiammazione dei linfonodi,
  • cura efficacemente la pleurite, la polmonite, la pertosse,
  • funge da antidoto per l'avvelenamento da alghe, funghi, muffe,
  • aiuta a combattere i morsi di serpenti velenosi e scorpioni.
  • i mazzi di ortica fresca curano i reumatismi delle articolazioni e altre malattie, un antico e comune rimedio popolare,
  • la stessa foglia di ortica, adagiata sulla lingua e premuta contro il palato, ferma le epistassi.

Burnett ha preparato la sua infusione di ortica da lancio per alleviare la febbre.

Urtica urens, questa è una visione non convenzionale dei soliti farmaci, che è diventata la base per il rimedio omeopatico.

Burnett ha utilizzato Urtica urens con grande successo nelle lesioni alla milza.

I preparati Urtica sono disponibili sotto forma di granuli e gocce omeopatici.

Indicazioni per l'uso

L'effetto principale dell'urtica sul corpo si manifesta sotto forma di eruzione cutanea. La gente lo chiama orticaria perché sembra un'eruzione cutanea che copre il corpo dopo aver toccato un'ortica. Aggiungiamo che l'effetto dell'ortica si manifesta anche sotto forma di bruciore, arrossamento e vesciche..

Nonostante l'effetto piuttosto limitato, per quanto possa sembrare, dell'effetto dell'ortica sul corpo umano, in omeopatia è usato abbastanza ampiamente. In generale, il farmaco viene utilizzato in modo più efficace quando il sintomo principale di prurito e bruciore si verifica ovunque.

  1. con la gotta,
  2. urolitiasi,
  3. agalassia.

Tratta le malattie della pelle:

  • ustioni di varia gravità,
  • vesciche,
  • accompagnato da forte prurito orticaria.

Il prossimo gruppo di malattie in cui questo rimedio omeopatico salva sono le condizioni patologiche degli organi di movimento. Questi includono:

  1. reumatismi,
  2. dolore alle articolazioni delle dita,
  3. edema,
  4. bruciando,
  5. dolore alle caviglie e alle braccia.

Il rimedio è consigliato per il trattamento di febbre di vario genere, neuriti, pertosse, diarrea e malattie croniche dell'intestino crasso, accompagnate da abbondante secrezione di muco. Anche l'urtica è prescritta per le malattie della milza..

Urtica è eccellente per il trattamento delle malattie del sistema riproduttivo femminile, compresa l'infiammazione postpartum. L'ortica è efficace per la menorragia. Ti permette di far fronte a un problema come una diminuzione della quantità di latte dopo il parto. Tratta anche sanguinamento uterino, leucorrea e prurito vaginale.

La tintura di ortica è un buon rimedio omeopatico usato per trattare malattie maschili come prurito e gonfiore dello scroto.

È interessante notare che l'urtica può mitigare gli effetti indesiderati dopo l'ingestione di ostriche, ma elimina anche la sofferenza da morsi di insetti o pesci predatori..

Il farmaco viene utilizzato in aggiunta alla terapia generale utilizzata nel trattamento di malattie delle articolazioni, delle ossa e della colonna vertebrale, comprese quelle reumatiche. Utilizzato anche per le fasi acute della lombalgia, caratterizzate da infiammazione acuta e persistente nella colonna lombare.

Il tipo costituzionale di urtica, persone con una linea di comportamento irrefrenabile, incline al nervosismo costante. Questi pazienti hanno freddo e non sopportano il tatto. Un altro segno è l'odore di urina sul corpo. In alcuni casi, viene rivelata una storia di malaria. Si lamentano costantemente di prurito e bruciore in una o più parti del corpo..

Metodo di utilizzo

Urtica in omeopatia è usata nella prima e terza soluzione. Tutto dipende dalla malattia specifica. Ad esempio, nel caso della diatesi dell'acido lattico, il farmaco viene somministrato nella prima diluizione. E una terza diluizione viene utilizzata per risolvere i problemi di rilascio del latte.

Neutralizza l'azione delle ortiche:

  • sfregando le foglie nelle aree colpite,
  • acetosa (Rumex) allevia il dolore anche il succo di ortica,
  • o lo scarico di una comune lumaca,
  • Urtica urens funge da antidoto contro le punture di api (Apis).

I farmaci omeopatici sono realizzati sulla base di materie prime naturali, principalmente a base di erbe o minerali. I farmaci fabbricati sono prodotti secondo la tradizionale tecnologia omeopatica e sono destinati al trattamento di malattie cardiache, gastroenterologiche, pediatriche, dermatologiche, neurologiche, urologiche, cardiovascolari, immunologiche e altre. In totale, più di 400 nomi di medicinali omeopatici registrati nella Federazione Russa sono prodotti nelle seguenti forme di dosaggio: granuli omeopatici (monopreparazioni, preparati complessi), gocce, oli, contraffattori, unguenti, supposte, più di 50 prodotti cosmetici: creme, gel, shampoo, balsami, dentifrici, ecc. Una caratteristica delle candele e delle creme omeopatiche sono i principi attivi naturali e il burro di cacao, che hanno un alto livello di biodisponibilità, efficacia e sicurezza.

Effetti collaterali e controindicazioni

Quando si sceglie Urtica urens per il trattamento, è necessario tenere presente che overdose di grandi dimensioni possono causare effetti collaterali negativi e non andranno a beneficio dei pazienti.

Le domande più frequenti durante l'assunzione di rimedi omeopatici:

  1. dolore acuto persistente allo stomaco,
  2. reazioni cutanee allergiche,
  3. mal di testa di eziologia sconosciuta o emicrania,
  4. malattia della pelle pruriginosa esantema, caratterizzata da forte prurito,
  5. leggero aumento del peso corporeo,
  6. lieve agitazione psicomotoria,
  7. nausea mattutina persistente,
  8. confusione, insonnia e allucinazioni.

Prima di iniziare a prendere farmaci, leggi attentamente l'annotazione e se compaiono sintomi di sovradosaggio, interrompi immediatamente l'assunzione..

Le medicine alternative (ad essa si riferisce anche l'omeopatia), secondo l'OMS, in Europa sono utilizzate da circa cento milioni di persone. E in tutto il mondo ci sono molti fan di questo metodo di trattamento..

Recensioni dei pazienti

L'uso di questo strumento, secondo i medici, è efficace nelle malattie evidenti del sistema cardiovascolare, riduce significativamente la necessità di bloccanti dei canali e migliora anche la qualità della vita umana e ripristina la sua capacità lavorativa..

Tutte le recensioni sulle gocce di ortica omeopatiche che i pazienti scrivono sono prova di una buona tolleranza e nessuna controindicazione per questo rimedio omeopatico. I pazienti ne parlano in modo positivo e scrivono che allevia la condizione nelle patologie cardiovascolari.

Galina M., 42 anni

“La qualità della vita è migliorata dopo aver preso il farmaco, i dolori acuti dopo le ustioni sono scomparsi, la mia testa non ha le vertigini. Ho preso il farmaco per 30 giorni, ho sentito sollievo in un giorno. In ogni caso sono andato a lavorare e mi sento molto meglio "..

“Ho seguito un corso preventivo dopo la pleurite. Tutto è andato bene, non ci sono stati effetti collaterali, tra cui nausea o indigestione. La tosse è scomparsa dopo 10 giorni dal ricovero, anche se prima era rimasta intensa dopo il trattamento farmacologico in ospedale. La tosse è già abbastanza dolorosa, quindi liberarsene è stata una vera felicità "..

“L'ortica è stata prescritta dopo un disturbo del ritmo cardiaco durante l'allenamento. Durante l'esame è stata riscontrata una polmonite cronica, il medico ne ha consigliato l'utilizzo, nonostante la febbre alta e il dolore toracico. Dopo averlo preso, mi sento benissimo, niente fa male ".

Svetlana, 40 anni, pneumologa

“Uso il preparato di ortica nella pratica da molto tempo, ho osservato i pazienti in dinamica, ho esperienza pratica nella prescrizione di vari dosaggi. Quasi tutti i casi non hanno portato conseguenze negative, ma allo stesso tempo hanno migliorato significativamente le condizioni dei pazienti. Il farmaco mostra ottimi risultati nel trattamento delle ustioni e nella normalizzazione del sistema respiratorio. I pazienti che hanno preso la tintura di foglie di ortica si sentono bene e si sono messi al lavoro ".

Urtica urens


Fonte: John Henry Clark. "Dictionary of Practical Materia Medica in 6

volumi "(Casa editrice" Medicina omeopatica ". Mosca. 2001).

L'ortica appartiene alla famiglia delle ortiche.
Il farmaco viene preparato da una tintura di una pianta fresca durante il periodo di fioritura.

CARATTERISTICA
Si può dire senza esagerare che Burnett abbia riscoperto l'Urtica urens per la medicina.

Il modo in cui è arrivato a pensare di usare questo farmaco è uno

dall'alto delle sue attività.

La scoperta dell'efficacia di Urtica urens a

attacchi gottosi, che senza dubbio divennero una sua manifestazione

incredibile intuizione medica.

In generale, l'ortica è stata a lungo utilizzata per le lesioni degli organi urinari.

e se c'è sabbia nelle urine.

“Dioscoride dice: l'ortica, bollita con la pervinca, ammorbidisce il corpo, avendo

la capacità di purificarlo, guida l'urina ed espelle i calcoli renali; cucinato con

orzo, può sollevare il muco appiccicoso dal petto ".

Gerarde, che ho citato, nota una serie di altre indicazioni per l'uso dell'ortica:

1. Il succo iniettato nella cavità nasale arresta il sangue dal naso;

è anche "utile per l'infiammazione dell'ugola".

2. Pleurite, polmonite, pertosse.

3. Antidoto per avvelenamento con cicuta, funghi, mercurio, sbiancato,

con i morsi di serpenti velenosi e scorpioni.

Cooper osserva: “Usando mazzi di ortica fresca esternamente per curare

reumatismo articolare e altre malattie - da lungo tempo e molto diffuso

rimedio popolare La stessa foglia di ortica, adagiata sulla lingua e pressata

al palato, ferma il sangue dal naso ".

Burnett preparava la sua tintura di ortica, Urtica urens; questo tipo e

divenne la base per un rimedio omeopatico.

Burnett ha utilizzato Urtica urens con grande successo nelle lesioni spleniche.

VIAGGIO
La lesione predominante sul lato destro; anche ipocondrio sinistro (milza).

CLINICA
Anemia. Ascariasis. Beli. Flebite dolorosa bianca. Gola infiammata. Vescicolare

erisipela. Emorroidi. Vermi. Mal di testa. Vertigini. Prurito. Dissenteria.

Pertosse. Orticaria; orticaria nodulare. Sanguinamento. Menorragia.

Disturbi dell'allattamento. Ustioni. Tumore al fegato. Rigonfiamento. Mancanza di latte.

Febbre intermittente. Sabbia nelle urine. Gotta. Affetto milza.

Colica renale. Reumatismi. Reumatismi del muscolo deltoide. Vomito.

Strangurio. Nausea. Punture di api. Uremia. Eritema.

SINTOMI GENERALI
I sintomi si ripresentano ogni anno nello stesso periodo dell'anno.

Frequenza: indicazione della possibilità di utilizzare Urtica urens nella malaria.

Bruciore, dolore pungente, prurito e indolenzimento.

Sanguinamento da vari organi. Edema.

PELLE
Gonfiore pruriginoso su tutte le mani e le dita,

simile a un'ustione di ortica; gonfiore e macchie rosse sulle mani e

vesciche febbrili sulle labbra, con prurito.

Calore in viso, braccia, spalle e petto, con formicolio, intorpidimento.

e prurito; gonfiore delle labbra, del naso e delle orecchie; il gonfiore delle palpebre è così forte che difficilmente

riesce ad aprire gli occhi; presto tutta la parte superiore del corpo a livello dell'ombelico

diventa pallido e gonfio; compaiono bolle trasparenti,

riempito con un liquido chiaro, simile al calore spinoso; bolle

fondersi, che fa apparire la pelle rugosa, le palpebre si chiudono, diventano

trasparente; in vari punti ci sono lucenti bluastri

gonfiore delle dimensioni di un uovo di gallina; il sesto giorno tutto scompare

desquamazione della pelle.

Prurito intenso della pelle dopo il sonno.

Eritema. Erisipela vescicolare. Ustioni. Orticaria; orticaria nodulare.

Stare sdraiati può alleviare l'orticaria.
Sensazione di bruciore alla pelle peggiora dopo il sonno.

Peggioramento dell'esposizione della pelle all'acqua.

DORMIRE
Sonnolenza durante la lettura.

FEBBRE
Calore generalizzato a letto, con dolore all'addome..

Febbre durante l'assunzione di Urtica urens durante la notte (al mattino

ricezione non si verifica).

TESTA
Sensazione di pienezza nella testa; una sensazione di afflusso di sangue alla testa e

ottusità in lei; durante l'intera giornata; vertigini.

Mal di testa con puntura nella zona della milza.

Dolore: nella metà destra delle sezioni anteriori della testa; anche nella metà destra

viso che copre l'osso zigomatico; sopra l'occhio destro e negli occhi

Mela; sugli occhi durante il giorno e la sera; nevralgico, a destra

metà della fronte e del viso alle 21.

Dolore pungente nell'osso parietale destro, che lo provoca sfregamento e compressione.

Dolore sordo e doloroso nella parte posteriore della testa e sopra gli occhi.

VERTIGINI
Vertigini violente, come se stesse per cadere in avanti sulla testa; poi

si verifica mal di testa.

TESTA FUORI
Alveari sul cuoio capelluto che compaiono all'improvviso e sono causati da

OCCHI
Dolore all'occhio destro; nell'occhio sinistro a ore 1 5.

Dolore agli occhi come da colpo, con una sensazione di sabbia negli occhi..

Debolezza e dolore agli occhi.

Sentirsi come se qualcosa avesse colpito negli occhi.

Sensazione di sabbia negli occhi.

SISTEMA RESPIRATORIO
Pertosse. Scarico insufficiente di espettorato schiumoso.

Emottisi dal minimo sforzo sui polmoni.

GABBIA TORACICA
Dolore livido nella parte sinistra del torace..

Dolore periodico nella parte destra del torace

cellule durante il giorno.

GOLA
Sensazione di bruciore alla gola; con frequente tosse con muco schiumoso; provocatorio

tosse, con scarso scarico di espettorato schiumoso.

CUORE E CIRCOLAZIONE
Ferma il battito cardiaco.

Sanguinamento da vari organi.

Anemia. Flebite dolorosa bianca.

STOMACO
Nausea con bruciore alla gola.

Vomito dovuto alla soppressione dell'orticaria.

STOMACO
Dolore all'addome alle 10 del mattino quando si è sdraiati; a

premendo sullo stomaco, si sente un brontolio, come se gli intestini fossero pieni d'acqua.

Dolore all'ipocondrio sinistro alle 22.

Sdraiarsi provoca dolore all'intestino.

Ano e retto
Le feci al mattino non vanno via, ma si alzano alle 14, scarse, dissenteria,

sotto forma di muco bruno-verdastro, con sollecitazione e tenesmo, seguito da

stitichezza, quando, dopo un forte sforzo, una piccola quantità se ne va

feci dure; poi di nuovo dissenteria, con frequenti sollecitazioni, scarsa

feci dolorose sotto forma di muco misto a masse bianche,

simile all'albume d'uovo sodo; a volte con un po 'di sangue

e mal di stomaco per una settimana.

Emorroidi deboli, con crudezza e bruciore all'ano durante le feci.

e dopo, con prurito e bruciore al pomeriggio e alla sera.

Ascariasi con grave irritazione rettale. Vermi.

SISTEMA URINARIO
Malattie renali e vescicali.

Soppressione della minzione per otto giorni con pelle squamosa.

Soppressione della minzione per dodici giorni; gonfiore dappertutto

parte superiore del corpo a livello dell'ombelico.

Sabbia nelle urine. Prevenzione della formazione di calcoli.

Sanguinamento dalla vescica.

DONNE
Menorragia; sanguinamento abbondante.

Leucorrea molto acre o irritante.

Intenso prurito della vulva con grave bruciore e gonfiore delle parti colpite.

GHIANDOLE DEL LATTE
Disturbi dell'allattamento. Mancanza di latte.

Interruzione della lattazione dopo lo svezzamento.

UOMINI
Prurito allo scroto, che sveglia il paziente nel cuore della notte e lo tormenta quasi

tutto il giorno; lo scroto è gonfio; bruciore e prurito; mancanza di umidità.

MUSCOLI
Reumatismi deltoidi.

ARTI
Depositi gottosi.

• Braccia. Dolore reumatico; più intenso nella mano destra.
Dolore al muscolo deltoide destro, peggioramento alle 21; paziente no

può indossare un cappotto da sola. Dolore spasmodico a destra

muscolo deltoide la sera; peggio ruotando il braccio verso l'interno, con

dolore al tatto, con dolore reumatico

mano sinistra; il giorno successivo - nella mano destra, con aumento del dolore

sdraiato sul braccio; quando si muove nella mano, pugnalando

lombalgia, che si diffonde lungo la superficie anteriore dell'omero.

Periodicamente c'è dolore al braccio sinistro; i muscoli del braccio destro fanno male,

come se fosse stato picchiato, il paziente non è in grado di sollevare o estendere il braccio a causa del dolore;

poi rigidità reumatica e dolore al polso destro, poi

dolore reumatico all'intero braccio sinistro, al polso e alle dita.

Vesciche in rilievo, arrossate e pruriginose sulla pelle delle mani e delle dita.

Nodi alle articolazioni delle dita. Sensazione di lividi nei muscoli del braccio destro.

• Gambe. Rigidità e indolenzimento sono localizzati lungo l'interno

lato dell'articolazione del ginocchio sinistro. Dolore reumatico a entrambe le caviglie.

INFEZIONI
Pertosse.

MODALITÀ
• Peggio. Toccare. In posizione supina sul braccio. Da forte

attività fisica (emottisi). Esposizione della pelle all'acqua. Freddo

EZIOLOGIA
Ustioni. Punture di api. Lividi. Soppressione della lattazione. Soppressione dell'orticaria.

RELAZIONE
Neutralizza l'effetto dell'ortica: sfrega sulle zone bruciate delle foglie

acetosa (Rumex) allevia il dolore; anche il succo dell'ortica stessa; entrambe le assegnazioni

Urtica urens funge da antidoto alle api (punture di api).

Urtica urens

Indicazioni per l'uso

Come parte della terapia di combinazione come rimedio sintomatico per malattie e condizioni:

vesciche, prurito, ustioni, dolori articolari reumatici e gottosi alle dita, leucorrea, menorragia.

Gruppo

Forma di dosaggio

Controindicazioni

Ipersensibilità ai componenti dei granuli del farmaco.

Modalità d'uso: dosaggio e corso del trattamento

I granuli vengono presi per via orale, otto granuli di Urtica urens tre o quattro volte al giorno mezz'ora prima o un'ora dopo un pasto, sciogliendosi sotto la lingua, impiegano da tre settimane a un mese, seguiti da corsi di supporto.

effetto farmacologico

Medicina omeopatica monocomponente, la cui azione è dovuta al suo componente.

Effetti collaterali

Reazioni allergiche ai componenti di Urtica urens.

istruzioni speciali

È possibile una temporanea esacerbazione dei sintomi esistenti o precedentemente osservati: dovresti fare una pausa dall'uso del farmaco per 5-7 giorni.

In assenza di un effetto terapeutico di Urtica Urens, nonché con effetti collaterali persistenti, dovresti consultare un medico.

Interazione

Forse il trattamento con Urtica Urens come parte di una terapia di combinazione in combinazione con altri farmaci.

Domande, risposte, recensioni sul farmaco Urtica Urens

Agnus Plus.
Composizione (per 100 g):
principi attivi: Vitex agnus-castus (Agnus castus) (vitex agnus-castus (agnus castus)) C3 - 0,17 g; Urtica urens (urtica urens) C3 - 0,17 g; Zolfo C6 0,17 g; Chamomilla recutita (Chamomilla) (hamomilla recutita (hamomilla)) C3 - 0,17 g; Phytolacca americana (Phytolacca) (phytolacca americana (phytolacca)) C3 - 0,17 g; Pulsatilla pratensis (Pulsatilla) (pulsatilla pratensis (pulsatilla)) C3 - 0,17 g.
componenti ausiliari: granuli di zucchero - 100 g.
Indicazioni per l'uso
Per il trattamento dell'ipogalassia.
Controindicazioni
Ipersensibilità a componenti di medicina.
Metodo di somministrazione e dosaggio
Il farmaco viene assunto sotto la lingua fino a completo assorbimento 15 minuti prima dei pasti o negli intervalli tra i pasti, 8 granuli 4 volte al giorno per 5-7 giorni.
Effetti collaterali
Sono possibili reazioni allergiche.
Modulo per il rilascio
Granuli omeopatici.

Puoi acquistare in farmacia Omeopatia e Fitoterapia (812) 591-60-61, 597-62-33


Le informazioni fornite sono destinate a professionisti medici e farmaceutici. Le informazioni più accurate sul farmaco sono contenute nelle istruzioni fornite con la confezione dal produttore. Nessuna informazione pubblicata su questa o qualsiasi altra pagina del nostro sito può sostituire un appello personale a uno specialista.

Urtica urens C6 granulato 10 g

Applicazione:
utilizzato per il trattamento di ustioni di varia gravità, nonché per il primo soccorso per prevenire la formazione di vesciche sulla pelle.
Urtica urens è estremamente efficace nel trattamento delle allergie con l'omeopatia. Stiamo parlando di orticaria allergica, i cui sintomi sono:
Eruzione cutanea rossa;
Forte prurito con conseguente intenso graffio fino al sangue.
I tratti caratteristici di tale orticaria sono la comparsa improvvisa di punti rossi, la crescita di un alone e la fusione di punti in punti voluminosi. Queste formazioni passano inaspettatamente come sono apparse.
Le donne usano Urtica urens per stimolare l'allattamento o, al contrario, per "bruciare" il latte, e anche come agente emostatico per il sanguinamento uterino.
Produttore: Fitasintex
Diluizioni: C3, C6

I responsabili dell'azienda risponderanno a tutte le vostre domande, selezioneranno le attrezzature necessarie e prepareranno un'offerta commerciale.

Domanda sul prodotto

I responsabili dell'azienda risponderanno a tutte le vostre domande, selezioneranno le attrezzature necessarie e prepareranno un'offerta commerciale.

Urtica

Urtica urens o ortica è una pianta della famiglia delle ortiche. Diffusa in vari paesi, essendo un'erbaccia. Utilizzato in omeopatia dal 1836.

I preparati Urtica sono granuli e gocce omeopatici.

In che modo urtica influisce sul corpo del paziente

L'effetto principale di urtica sul corpo è associato alla comparsa di una specifica eruzione cutanea. Le persone la chiamano orticaria, poiché è simile a quelle eruzioni cutanee che coprono il corpo dopo aver toccato l'ortica. Aggiungiamo che l'effetto dell'ortica si esprime anche in bruciore, arrossamento e vesciche..

Indicazioni per l'uso di urtica urens

Nonostante l'effetto piuttosto ristretto, per quanto possa sembrare, dell'ortica sul corpo umano, è ampiamente utilizzato in omeopatia. In generale, il farmaco viene sempre prescritto quando è presente il sintomo principale: prurito e bruciore ovunque. Diamo uno sguardo più da vicino all'uso delle ortiche.

Urtica è efficace per la gotta, l'urolitiasi e l'agalassia. Da disturbi della pelle guarisce ustioni di varia gravità (dalla prima alla terza), vesciche, accompagnate da forte prurito, orticaria.

Il prossimo gruppo di malattie da cui salva la medicina omeopatica sono le malattie degli organi del movimento. Ciò include i reumatismi, caratterizzati da dolore alle articolazioni delle dita, gonfiore e bruciore e dolore alle caviglie e alle mani..

L'ortica è indicata per febbri di varia natura, neuriti, pertosse, diarrea e malattie croniche dell'intestino crasso, che si accompagnano a una produzione abbondante di muco. Inoltre, l'urtica è prescritta per le malattie della milza..

Urtica aiuta anche con le malattie del sistema riproduttivo femminile, compreso il postpartum. Ad esempio, l'ortica è efficace per la menorragia e la leucorrea acre. Ti permette di far fronte a un problema come una diminuzione della quantità di latte dopo il parto. Cura anche sanguinamento uterino, leucorrea e prurito vaginale.

L'ortica è un buon rimedio omeopatico per disturbi maschili come prurito e gonfiore dello scroto..

È interessante notare che l'urtica aiuta ad appianare gli effetti indesiderati causati dal consumo di ostriche e, inoltre, allevia la sofferenza causata dai morsi di insetti e pesci predatori..

A chi è destinata urtica?

Il tipo costituzionale di urtika sono le persone con un comportamento irrequieto, costantemente agitato. Questi pazienti hanno freddo e non sopportano alcun tocco. Un altro segno è l'odore dell'urina dal corpo. Una storia di malaria non è rara. Lamentati di prurito e bruciore in una o più parti del corpo.

Dosi di applicazione

Urtica in omeopatia viene utilizzata nella prima e nella terza diluizione. Tutto dipende dalla malattia specifica. Nel caso della diatesi dell'acido lattico, ad esempio, l'agente viene fornito nella prima diluizione. E in caso di problemi con la produzione di latte, viene utilizzata una terza diluizione.

Monopreparazioni omeopatiche


Medicinali omeopatici monocomponenti prodotti da "OOO DOCTOR N".

Urtica urens

Urtica urens L. - Ortica.
Una pianta annuale ricoperta di peli di silice duri e pungenti che contengono acido formico all'interno. Fusto ramificato, alto 30-50 cm. Le foglie sono ovoidali, incise e simili a dita. I fiori sono piccoli, unisessuali, verdastri con perianzio semplice, raccolti in infiorescenze ascellari a forma di spiga. Il frutto è una noce. Cresce come un'erbaccia dappertutto. URSS, in Europa, Asia e America.

Parte applicata: intera pianta da fiore fresca.
Composizione chimica: urticina glicoside, acido formico, silice, fosfato di potassio e nitrato, carbonato di ammonio, ossido di ferro, tannini, vitamine: C, A e K.

Famiglia: Ortica - Urticaceae.

Granuli omeopatici D3, C3, C6 e superiori. Gocce D3, C3, C6 e superiori.

Applicazione in medicina

L'ortica è stata utilizzata anche da Dioscoride per migliorare la minzione e per trattare l'urolitiasi. Questo rimedio è stato a lungo famoso nella medicina popolare. Il succo appena spremuto è stato assunto per via orale 10-15 gocce più volte al giorno per sanguinamento: nasale, emorroidario e uterino, con emottisi, diarrea, gotta. Una pianta esternamente fresca veniva usata per sferzare la pelle con paralisi, dolore nervoso e per indurre eruzioni cutanee nascoste (Hager).

Applicazione in omeopatia

Urtica urens è stata utilizzata in omeopatia dal 1836. Test di tintura sono stati eseguiti su due individui. È stato scoperto che la tintura di ortica, presa internamente, può provocare un'eruzione cutanea, nota in ostello come orticaria, simile a quella provocata dal contatto con le ortiche. L'effetto irritante dell'ortica sulla pelle si manifesta con bruciore, arrossamento e vesciche..
T-ra Urtica urens in omeopatia viene utilizzato per ustioni di primo e secondo grado sotto forma di una lozione (alcune gocce di tintura vengono diluite in acqua): la sensazione di bruciore e il dolore si fermano rapidamente, non si verificano vesciche. Urtica urens è uno dei principali rimedi per l'orticaria con forte prurito della pelle. L'omeopata inglese Burnet ha detto: "L'ortica cura l'orticaria perché la causa". L'ortica è ben nota come agente emostatico per il sanguinamento da vari organi. Una delle indicazioni per la nomina di Urtica urens è la mancanza o mancanza di latte nelle donne che allattano, ma Clarke raccomanda Urtica urens anche per interrompere la separazione del latte durante lo svezzamento di un bambino..
La proprietà di Urtica urens è nota da tempo per favorire il rilascio di sabbia nella urolitiasi, il che è stato confermato da Burnet, che ha ampiamente utilizzato Urtica urens nella diatesi dell'acido urico.

Gotta clinica. Malattia da urolitiasi. Prurito. Orticaria. Agalactia. Ustioni. Emorragie. Eritema.

Principali indicazioni

Pelle. Vesciche con intenso prurito. Ustioni di I, II e III grado.

Organi di movimento. Dolori reumatici o gottosi alle articolazioni delle dita, con gonfiore, prurito e bruciore. Dolore alle caviglie e alle mani.

Organi femminili. Menorragia. Leucorrea acre. Prurito vulvare, con prurito intollerabile. Ridotta separazione del latte dopo il parto.

Modalità. Peggio, aria fredda e umida..

Dosi. Dato in 1x, 3x divisioni. Con la diatesi degli urati e con l'orticaria, viene utilizzata la divisione 1x. In caso di mancanza di latte, oltre a fermare la separazione del latte durante lo svezzamento del bambino dal seno, viene utilizzata la divisione Zx.

Urtica urens (Clarke)

Mancanza di latte

Ortica. Urtica dioica, ortica, ha proprietà simili ma non identiche. Sem. ortiche. Tintura di una pianta fresca durante la fioritura.

Clinica Mancanza di latte. Anemia. Punture di api. Ustioni. Prevenzione della formazione di calcoli. Reumatismi del muscolo deltoide. Dissenteria. Erisipela vescicolare. Eritema. Gotta. Sabbia nelle urine. Sanguinamento. Febbre intermittente. Disturbi dell'allattamento. Beli. Menorragia. Flebite dolorosa bianca. Colica renale. Reumatismi. Affetto milza. Gola infiammata. Uremia. Orticaria; orticaria nodulare. Vertigini. Pertosse. Vermi.

Caratteristica

Si può dire senza esagerare che Burnett abbia riscoperto l'Urtica urens per la medicina. Il modo in cui è venuto all'idea di usare questo farmaco ("Gotta", p. 33) è uno degli apici della sua attività. Possiede totalmente la scoperta dell'efficacia di Urtica urens negli attacchi di gotta, che senza dubbio divenne una manifestazione della sua straordinaria intuizione medica. In generale, l'ortica è stata a lungo utilizzata per le lesioni degli organi urinari e in presenza di sabbia nelle urine..

“Dioscoride dice: l'ortica, bollita con la pervinca, ammorbidisce il corpo, avendo la capacità di purificarlo, guida l'urina ed espelle i calcoli renali; bollito con l'orzo può sollevare il muco appiccicoso dal petto. Gerarde, che ho citato, nota una serie di altre indicazioni per l'uso dell'ortica: (1) Il succo iniettato nella cavità nasale arresta le epistassi; è anche "utile per l'infiammazione dell'ugola". (2) Pleurite, polmonite, pertosse. (3) Antidoto per avvelenamento con cicuta, funghi, mercurio, sbiancato e per morsi di serpenti velenosi e scorpioni. "Le foglie ei semi di qualsiasi ortica", scrive Gerarde, "agiscono in modo simile, ma non così rapidamente e non con la stessa sicurezza dell'ortica romanica" (Urtica pilulifera). Cooper osserva: “L'uso esterno di mazzi di ortica fresca nel trattamento dei reumatismi articolari e di altre malattie è un rimedio popolare di lunga data e diffuso..

Allo stesso modo, una foglia di ortica, posta sulla lingua e premuta contro il palato, ferma il sangue dal naso ". Burnett preparava la sua tintura di ortica, Urtica urens; questo tipo è diventato la base per un rimedio omeopatico. Burnett ha utilizzato Urtica urens con grande successo nelle lesioni spleniche; durante il trattamento, un certo numero di pazienti ha iniziato a sperimentare un'abbondante scarica di sabbia nelle urine.

Ecco un caso: un paziente di mezza età con milza ingrossata e "che ha un odore così forte di ortiche che quasi mi sentivo male ogni volta che l'ho esaminata", stava prendendo Urtica urens in tintura. Durante il trattamento, ha perso molta sabbia nelle urine. Tuttavia, non ha prestato molta attenzione a questo, poiché ha avuto esperienze simili in precedenza. Di solito, pochi giorni prima che la sabbia se ne andasse, ha sviluppato dolore in aree limitate dell'addome. Il punto doloroso, proprio sotto la milza, ha chiamato il "punto di sabbia". Confrontando questi fatti e ricordando l'azione di Urtica urens nella febbre, Burnett è giunto alla conclusione che questo farmaco può essere efficace nella gotta acuta e avere la capacità di fermare un attacco di gotta "delicatamente, infatti, grazie alla capacità di rimuovere dal corpo il materiale patogeno in eccesso"..

Burnett usava tipicamente cinque gocce di tintura, sciogliendo il farmaco in un bicchiere di acqua calda ogni due o tre ore. Sotto l'azione del farmaco, la minzione diventa più abbondante, l'urina è scura e satura di acido urico.

Burnett osserva che l'ortica accompagna gli insediamenti umani ovunque e cresce più densamente lungo i bordi delle grondaie, "quindi può diventare un po 'sovra-saturata di acido urico". Con l'aiuto di Urtica urens Burnett ha curato un caso di uremia molto grave. La sua scoperta delle proprietà antifebbrili dell'ortica è avvenuta dopo il trattamento infruttuoso di un paziente affetto da malaria..

L'aiutò il tè all'ortica, che iniziò a bere su consiglio della sua cameriera. Da allora, Urtica urens è diventata l'unica salvezza di Burnett nei casi di febbre nelle Indie Orientali, in Birmania e nel Siam..
Ho avuto l'opportunità di confermare ripetutamente l'efficacia di questo farmaco sia nella febbre che nella gotta. Urtica urens provoca la febbre e la cura; uno dei pazienti di Burnett è stato costretto a interrompere l'assunzione del farmaco per questo motivo: “Il farmaco ha interrotto il lavoro del cuore, provocando vertigini estremi con la sensazione di essere sul punto di cadere (in avanti), seguito da un mal di testa; quando ho bevuto il farmaco di notte, c'era una forte febbre ".

Se il paziente ha preso il medicinale al mattino, la febbre non si è sviluppata. Burnett afferma che "la febbre gotta di solito si verifica di notte". Lo stesso autore è spesso riuscito a curare le vertigini con Urtica urens. Le sperimentazioni farmacologiche non sono state condotte in maniera molto ampia, tuttavia, essendo integrate da osservazioni cliniche, i risultati dei test rendono il quadro patogenetico completamente completo..

Durante i test c'erano: mal di testa con dolore alla milza; afflusso di sangue alla testa; dolore all'addome; dissenteria; bruciore e prurito nell'ano; rigonfiamento; orticaria; dolori reumatici e gottosi. Tra i dolori reumatici, il dolore nel muscolo deltoide destro è più pronunciato. La relazione di questo sintomo con le osservazioni di Burnett è illustrata dal caso di W. H. Proctor ("A. H.", XXVII. 126). Il medico stesso ha avuto un attacco improvviso di dolore estremamente intenso al muscolo deltoide destro; ha collegato questo dolore alla ritenzione di acido urico nel corpo. Il dolore era così forte che è stato costretto a iniettare morfina sottocutanea e atropina. Nelle tre settimane successive fu osservato: scarso flusso di urina (che era pallido); sudore acido; insonnia; ansia; nervosismo; perdita di appetito; dolore quasi costante nel muscolo deltoide destro con una sensazione di lividi e incapacità di muovere normalmente la mano; e anche una marcata sensazione di malessere generale e debolezza con febbre costante. Nessun mezzo aiutato.

Per finire, ha iniziato a provare un'intensa sensazione di bruciore sulla pelle dopo il sonno e ha iniziato ad avere paura di andare a letto. Poi ha deciso di prendere la tintura maschile di Urtica. Dopo la terza dose, cadde in un sonno ristoratore e ristoratore, dormì per due o tre ore e si svegliò senza irritazioni della pelle. Il suo sistema nervoso si è calmato e tutti i sintomi sono gradualmente scomparsi. Poco dopo, Proctor ebbe la fortuna di incontrare un paziente con un dolore simile al muscolo deltoide che si sviluppò alla stessa velocità..

Lo ha curato nello stesso modo in cui ha curato se stesso. In questo caso, non c'erano sintomi aggiuntivi. Nottingham ha curato diversi pazienti:

[1] La signorina W., 38 anni, donna alta e snella dai capelli castani, soffriva di eczema della vulva con forte bruciore e prurito, gonfiore e ispessimento delle labbra; superficie della mucosa liscia, pallida e secca; secchezza, desquamazione e screpolature delle grandi labbra e della pelle circostante.

Tredici anni fa, ha sviluppato una fistola che si è aperta dall'ovaio destro nell'utero. (Il marito del paziente soffriva di escrescenze sicotiche sul pene.) Urtica urens 1x alleviava tutti i sintomi e riduceva l'eccitazione sessuale causata dal prurito e dal desiderio di graffiare i genitali.

[2] Il signor N., 21 anni, soffriva di pastosità, bruciore e arrossamento del viso, delle mani e dei piedi. Quando si spazzola con un dito, sulla superficie rossa sono rimaste strisce bianche per qualche tempo. Per strada con tempo freddo, umido e nevoso, i piedi, le mani e il viso divennero rosso cremisi, edematosi e freddissimi; quando si torna in una stanza calda, gonfiore, bruciore e prurito aumentano, soprattutto alle mani e al viso. La nomina di Urtica urens ha alleviato la sofferenza del paziente in un giorno. Entro quattro giorni, ha raggiunto uno stato di salute che non aveva avuto da diversi anni..

[3] Una donna che aveva un nodulo nella ghiandola mammaria sinistra che esisteva da diversi anni, ha consultato un medico sei settimane dopo il parto con lamentele di dolore pungente in questo nodulo, completa assenza di allattamento, bruciore a tutta la gamba destra; forte dolore e sensazione di bruciore che accompagnano qualsiasi movimento che coinvolga i muscoli della metà sinistra della testa, del collo, dell'osso sacro e degli arti superiori, dolore nella parte anteriore del torace e delle ghiandole mammarie, in particolare la sinistra.

Il paziente era completamente disperato. Nomina Leg. d. alleviato un po 'la condizione, ma dopo una settimana tutti i sintomi sono tornati: Con. ha facilitato i movimenti della testa, ma non ha influenzato altri sintomi. Urtica urens è stata prescritta e dopo tre giorni le ghiandole mammarie sono state riempite di latte e il dolore era scomparso e c'era così tanto latte che le ghiandole mammarie dovevano essere sostenute.

La gamba destra è tornata normale. In questo caso è stata confermata la ben nota proprietà dell'ortica di favorire l'allattamento. Nel caso descritto da Allen, Urtica urens ha causato una ghiandola mammaria ingrossata e un flusso di latte abbondante in una donna molti anni dopo la nascita del suo ultimo figlio. Urtica urens è uno dei migliori rimedi per le ustioni di primo grado, usato sia esternamente che per via orale.

Gerarde sottolinea anche la capacità delle ortiche di neutralizzare il veleno di serpente. Nel numero di luglio 1900 di Monats. f. Note musicali. ("H. Envoy", XI. 51) indica la specificità dell'azione di Urtica urens nelle punture di api. L'applicazione della tintura anche sulle zone più dolorose del viso o delle palpebre porta un sollievo immediato.

Per i morsi degli occhi, le lozioni dovrebbero essere cambiate ogni cinque minuti e l'impacco dovrebbe essere lasciato durante la notte. I fitoterapisti sottolineano la particolare efficacia dell'ortica nello "scarico abbondante". In Svezia, l'ortica è considerata un rimedio per l'anemia; L'ortica fresca viene aggiunta al cibo, come gli spinaci, o il tè all'ortica viene preparato da piante essiccate. Il succo di ortica con lo zucchero è molto efficace per qualsiasi sanguinamento.

Urtica urens sono legate alle sensazioni. Come se qualcosa colpisse negli occhi. Sensazione di grinta negli occhi. Sensazione di lividi nei muscoli del braccio destro. Bruciore, dolore pungente, prurito e indolenzimento.

La lesione predominante sul lato destro; anche l'ipocondrio sinistro (milza). I sintomi si ripresentano nello stesso periodo dell'anno, ogni anno. Frequenza: un'indicazione della possibilità di utilizzare Urtica urens per la malaria. I sintomi di Urtica urens peggiorano quando vengono toccati; sdraiato sul braccio. Peggio per uno sforzo fisico intenso (tosse con sangue). La posizione sdraiata provoca dolore all'intestino; allevia l'orticaria.

Sensazione di bruciore sulla pelle peggiora dopo il sonno. Peggioramento dell'esposizione della pelle all'acqua. (Un attacco di convulsioni toniche di Urtica crenulata è descritto in un uomo che ha toccato una pianta con la mano; gli attacchi si ripresentavano per diversi giorni con la stessa intensità ogni volta che immergeva le mani nell'acqua.) Peggio ancora, l'esposizione all'aria fredda e umida. Alcuni dei nuovi sintomi descritti da Burnett li ho contrassegnati nel diagramma con (B).

Relazione

Neutralizza l'effetto delle ortiche: sfregare le foglie dell'acetosa (Rumex obtus.) Nelle zone bruciate allevia il dolore; anche il succo dell'ortica stessa; o lo scarico di una normale lumaca. Urtica urens funge da antidoto alle api (punture di api).

Confronta: gotta, febbre, affetto milza, Nat. t.
Edema, uremia, sabbia nelle urine, gotta - Ur. ac, urea, urinum. [Collegamento di Urtica urens con Nat. quindi e Urinum è interessante alla luce del fatto che le ortiche crescono sempre vicino a insediamenti umani o luoghi dove pascolano il bestiame. Schlegel si chiede se ciò sia dovuto all'aumento del contenuto di prodotti di escrezione nel terreno, in particolare l'urina?

Afferma che esiste una connessione e suggerisce inoltre che il sale nelle urine è il fattore principale. A conferma, Schlegel cita un fatto storico: dopo la distruzione di Milano, il Barbarossa ordinò di riempire le rovine di sale in modo che "solo le ortiche potessero crescere qui". Schlegel prosegue osservando che i mari salati hanno generato la propria specie di "ortica marina", meduse pungenti..

Febbre, vertigini, affetto alla milza, Querc. Affetto milza - Seap. Reumatismi del muscolo deltoide destro, Sang.
Disturbi dell'allattamento - Ric, Puis. Orticaria, Apis, Nat. t., Ast.fl., Medusa, Homar, Pariet.

Eziologia
Ustioni. Punture di api. Lividi. Soppressione della lattazione. Soppressione dell'orticaria.

Sintomi
2. Testa. - Violente vertigini, come se stesse per cadere in avanti sulla testa; poi c'è un mal di testa (B). Sensazione di pienezza nella testa; sensazione di afflusso di sangue alla testa e ottusità in essa; durante l'intera giornata; con vertigini. Dolore agli occhi.

Mal di testa con punti di sutura nella milza. Dolore: nella metà destra delle sezioni anteriori della testa; anche nella metà destra del viso, coprendo l'osso zigomatico; sopra l'occhio destro e nel bulbo oculare stesso; sugli occhi durante il giorno e la sera; nevralgico, nella metà destra della fronte e del viso alle 21. Dolore pungente nell'osso parietale destro, che lo sfrega e lo stringe. Dolore sordo e doloroso all'occipite e sopra gli occhi. Orticaria sul cuoio capelluto, che compare all'improvviso ea causa di disturbi endogeni.

3. Occhi Dolore all'occhio destro; nell'occhio sinistro a ore 15. Dolore agli occhi per essere stato colpito, con gli occhi grintosi. Debolezza e dolore agli occhi.

9. Gola Bruciore alla gola; con frequente tosse con muco schiumoso; che induce la tosse, con scarso scarico di sputo schiumoso.

11. Stomaco. - Nausea con bruciore alla gola. Vomito dovuto alla soppressione dell'orticaria.

12. Addome. - Dolore all'addome alle 10 del mattino, sdraiato; quando si preme sull'addome, si sente un brontolio, come se l'intestino fosse pieno d'acqua. Dolore all'ipocondrio sinistro alle 22. (Tumore al fegato; "depositi gottosi"! -Burnett.)

13. Feci e ano. Le feci al mattino non scompaiono, ma si manifestano alle 2 del pomeriggio, scarse, dissenteriche, sotto forma di muco bruno-verdastro, con sollecitazione e tenesmo, seguite da costipazione, quando una piccola quantità di feci dure esce dopo un forte sforzo; poi di nuovo dissenteria, con frequenti sollecitazioni, feci scarse e dolorose sotto forma di muco, mescolate a masse bianche, come albume d'uovo sodo; a volte con un po 'di sangue e dolore addominale per una settimana.

Le feci sono assenti per tre giorni, poi sei ore dopo la prescrizione di Nux 3, foglie normali di feci e quattro ore dopo si verificano gravi manifestazioni dissenteriche: feci sotto forma di muco biancastro, dolore intorno all'ombelico; quindi nei cinque giorni successivi, feci bianche o gialle mescolate a muco, coliche e tenesmo, escono da due a quattro volte al giorno. Emorroidi lievi, con crudezza e bruciore all'ano durante e dopo le feci, con prurito e bruciore nel pomeriggio e la sera. Ascariasi con grave irritazione rettale.

14. Organi urinari.-Soppressione della minzione per otto giorni, con desquamazione della pelle. Soppressione della minzione per dodici giorni; gonfiore di tutta la parte superiore del corpo a livello dell'ombelico. Strangurio; sabbia nelle urine; malattie renali e vescicali. Sanguinamento dalla vescica.

15. Organi sessuali maschili. - Prurito allo scroto, risvegliare il paziente nel cuore della notte e torturarlo quasi tutto il giorno; lo scroto è gonfio; bruciore e prurito; mancanza di umidità.

16. Organi genitali femminili - Menorragia; sanguinamento abbondante. Leucorrea molto acre o irritante. Intenso prurito della vulva con grave bruciore e gonfiore delle parti colpite. Una donna il cui ultimo figlio è nato tre anni e mezzo fa e che lei stessa non ha nutrito nessuno dei suoi figli, dopo aver bevuto una pinta di decotto di ortica caldo, per la prima volta si sentì il seno pieno, dopodiché il colostro iniziò a scorrere dai capezzoli, e poi il latte, e molto abbondantemente. Interruzione della lattazione dopo lo svezzamento.
17. Organi respiratori - pertosse. Scarico insufficiente di espettorato schiumoso.

18. Torace Dolore contuso nella parte sinistra del torace. Dolore periodico nella parte destra del torace durante il giorno. Emottisi dal minimo sforzo sui polmoni.

19. Pulse - Aumento della frequenza cardiaca.
21. Estremità Dolore reumatico alle mani e alle caviglie; più intenso nella mano destra.

22. Estremità superiori Dolore al muscolo deltoide destro, peggiorato alle 21; il paziente non può indossare un cappotto da solo. Crampi al muscolo deltoide destro la sera; peggio girando il braccio verso l'interno, con dolore al tatto, con dolore reumatico nel braccio sinistro; il giorno successivo - nella mano destra, con aumento del dolore quando si è sdraiati sul braccio; quando si muove nella mano, si verifica lombalgia lancinante, che si diffonde lungo la superficie anteriore dell'omero. Periodicamente c'è dolore al braccio sinistro; i muscoli del braccio destro sono doloranti, come se fossero stati picchiati; il paziente non è in grado di sollevare o estendere il braccio a causa del dolore; poi rigidità reumatica e dolore al polso destro, quindi dolore reumatico all'intero braccio sinistro, polso e dita. Vesciche in rilievo, arrossate e pruriginose sulla pelle delle mani e delle dita. (Nodi delle articolazioni delle dita. - R. T. C).

23. Arti inferiori: rigidità e dolorabilità localizzate all'interno dell'articolazione del ginocchio sinistro. Dolore reumatico a entrambe le caviglie.
24. Generale - I sintomi si ripresentano ogni anno nello stesso periodo dell'anno. Sanguinamento da vari organi. Rigonfiamento. Cessazione del battito cardiaco (B).

25. Pelle Gonfiori pruriginosi su tutte le mani e le dita, come un'ustione di ortica; gonfiore e macchie rosse sulle mani e vesciche febbrili sulle labbra, con prurito. Calore in viso, braccia, spalle e petto, con formicolio, intorpidimento e prurito; gonfiore delle labbra, del naso e delle orecchie; il gonfiore delle palpebre è così forte che gli occhi difficilmente possono essere aperti; presto l'intera parte superiore del corpo a livello dell'ombelico diventa pallida e gonfia; ci sono bolle trasparenti riempite con un liquido trasparente, simile al calore pungente; le bolle si fondono, il che fa sembrare la pelle rugosa, le palpebre si chiudono, diventano trasparenti; in vari punti sono presenti rigonfiamenti bluastri lucidi grandi come un uovo di gallina; il sesto giorno, tutto scompare con il desquamazione della pelle. (Prurito intenso della pelle dopo il sonno). Eritema. Erisipela vescicolare. Ustioni.

26. Sonno - Sonnolenza durante la lettura.
27. Febbre Calore generalizzato a letto, con dolore all'addome. Febbre durante l'assunzione di Urtica urens di notte (questo non accade se assunto al mattino).

Urtica urens in omeopatia: indicazioni per l'uso

Sinonimi: Urtica urens, morso di ortica

Urtica urens è una pianta velenosa della famiglia delle ortiche che è stata utilizzata in omeopatia dal 1836. Cresce ampiamente in vari paesi, essendo un'erbaccia. Un preparato a base di urtica viene preparato da una tintura di una pianta verde durante il periodo di fioritura attivo.

Il dottor Barnett ha avuto l'idea di usare questo farmaco e questo è stato uno dei risultati del suo lavoro. Ha sviluppato una terapia di successo basata su questo farmaco dopo aver scoperto l'efficacia di Urtica urens per il trattamento produttivo della gotta, che è stata senza dubbio una manifestazione della sua straordinaria intuizione medica..

Dioscoride dice che il latte con l'ortica ha un effetto benefico sul corpo umano e:

  • ammorbidisce il corpo, avendo la capacità di purificarlo;
  • rimuove l'urina e i calcoli renali;
  • la composizione a base di orzo aiuterà a sbarazzarsi del muco appiccicoso nell'intestino.

Gerard nota una serie di altre indicazioni per l'uso delle ortiche:

  • il succo iniettato nella cavità nasale arresta il sangue dal naso;
  • è utile anche per l'infiammazione dei linfonodi;
  • cura efficacemente pleurite, polmonite, pertosse;
  • funge da antidoto per avvelenamento da alghe, funghi, muffe;
  • aiuta a combattere i morsi di serpenti velenosi e scorpioni.
  • i mazzi di ortiche fresche trattano i reumatismi delle articolazioni e altre malattie - un rimedio popolare antico e diffuso;
  • la stessa foglia di ortica, adagiata sulla lingua e premuta contro il palato, ferma le epistassi.

Burnett ha preparato la sua infusione di ortica da lancio per alleviare la febbre.

Urtica urens è una visione non convenzionale dei soliti farmaci, che è diventata la base per il rimedio omeopatico..

Burnett ha utilizzato Urtica urens con grande successo nelle lesioni alla milza.

Indicazioni per l'uso

L'effetto principale di Urtica sul corpo si manifesta sotto forma di eruzione cutanea. La gente lo chiama orticaria perché sembra un'eruzione cutanea che copre il corpo dopo aver toccato un'ortica. Aggiungiamo che l'effetto dell'ortica si manifesta anche sotto forma di bruciore, arrossamento e vesciche..

Nonostante l'effetto piuttosto limitato, come può sembrare, dell'effetto dell'ortica sul corpo umano, è ampiamente utilizzato in omeopatia. In generale, il farmaco viene utilizzato in modo più efficace quando il sintomo principale di prurito e bruciore si verifica ovunque.

  1. con la gotta;
  2. urolitiasi;
  3. agalassia.

Tratta le malattie della pelle:

  • ustioni di varia gravità;
  • vesciche;
  • accompagnato da forte prurito orticaria.

Il prossimo gruppo di malattie in cui questa preparazione omeopatica salva sono le condizioni patologiche degli organi di movimento. Questi includono:

  • reumatismi;
  • dolore alle articolazioni delle dita;
  • rigonfiamento;
  • bruciore;
  • dolore alle caviglie e alle braccia.

Il rimedio è consigliato per il trattamento di febbre di vario genere, neuriti, pertosse, diarrea e malattie croniche dell'intestino crasso, accompagnate da abbondante secrezione di muco. Anche Urtica è prescritta per le malattie della milza..

Urtica è eccellente per il trattamento delle malattie del sistema riproduttivo femminile, compresa l'infiammazione postpartum. L'ortica è efficace per la menorragia. Ti permette di far fronte a un problema come una diminuzione della quantità di latte dopo il parto. Tratta anche sanguinamento uterino, leucorrea e prurito vaginale.

La tintura di ortica è un buon medicinale omeopatico usato per trattare condizioni maschili come prurito e gonfiore dello scroto.

È interessante notare che Urtica può mitigare gli effetti indesiderati che si verificano dopo aver mangiato ostriche, ma elimina anche la sofferenza da punture di insetti o pesci predatori..

Il farmaco viene utilizzato in aggiunta alla terapia generale utilizzata nel trattamento di malattie delle articolazioni, delle ossa e della colonna vertebrale, comprese quelle reumatiche. Utilizzato anche per le fasi acute della lombalgia, caratterizzate da infiammazione acuta e persistente nella colonna lombare.

Il tipo costituzionale di Urtik sono le persone con una linea di comportamento irrefrenabile, incline al nervosismo costante. Questi pazienti hanno freddo e non sopportano il tatto. Un altro segno è l'odore di urina sul corpo. In alcuni casi, viene rivelata una storia di malaria. Si lamentano costantemente di prurito e bruciore in una o più parti del corpo..

Metodo di utilizzo

Urtica in omeopatia è usata nella prima e terza soluzione. Tutto dipende dalla malattia specifica. Ad esempio, nel caso della diatesi dell'acido lattico, il farmaco viene somministrato nella prima diluizione e per risolvere i problemi di rilascio del latte viene utilizzata la terza diluizione..

Neutralizza l'azione delle ortiche:

  • sfregamento delle foglie nelle aree colpite;
  • l'acetosa (Rumex) allevia anche il dolore con il succo di ortica;
  • o lo scarico di una comune lumaca;
  • Urtica urens funge da antidoto contro le punture di api (Apis).

Effetti collaterali e controindicazioni

Quando si sceglie Urtica urens per il trattamento, è necessario tenere presente che overdose di grandi dimensioni possono causare effetti collaterali negativi e non andranno a beneficio dei pazienti.

Le domande più frequenti durante l'assunzione di rimedi omeopatici:

  • dolore acuto persistente allo stomaco;
  • reazioni allergiche cutanee;
  • mal di testa di eziologia sconosciuta o emicrania;
  • malattia della pelle pruriginosa esantema, caratterizzata da forte prurito;
  • leggero aumento del peso corporeo;
  • leggera agitazione psicomotoria;
  • nausea mattutina persistente;
  • confusione, insonnia e allucinazioni.
Prima di iniziare a prendere il farmaco, leggi attentamente l'annotazione e se compaiono i sintomi di un sovradosaggio, interrompi immediatamente l'assunzione.

Recensioni dei pazienti

L'uso di questo strumento, secondo i medici, è efficace nelle malattie evidenti del sistema cardiovascolare, riduce significativamente la necessità di bloccanti dei canali e migliora anche la qualità della vita umana e ripristina la sua capacità lavorativa..

Tutte le recensioni sulle gocce di ortica omeopatiche che i pazienti scrivono sono prova di una buona tolleranza e nessuna controindicazione per questo rimedio omeopatico. I pazienti ne parlano in modo positivo e scrivono che allevia la condizione nelle patologie cardiovascolari.

Galina M., 42 anni

“La qualità della vita è migliorata dopo aver preso il farmaco, i dolori acuti dopo le ustioni sono scomparsi, la mia testa non ha le vertigini. Ho preso il farmaco per 30 giorni, ho sentito sollievo in un giorno. In ogni caso sono andato a lavorare e mi sento molto meglio "..

“Ho seguito un corso preventivo dopo la pleurite. Tutto è andato bene, non ci sono stati effetti collaterali, tra cui nausea o indigestione. La tosse è scomparsa dopo 10 giorni dal ricovero, anche se prima era rimasta intensa dopo il trattamento farmacologico in ospedale. La tosse è già abbastanza dolorosa, quindi liberarsene è stata una vera felicità "..

“L'ortica è stata prescritta dopo un disturbo del ritmo cardiaco durante l'allenamento. Durante l'esame è stata riscontrata una polmonite cronica, il medico ne ha consigliato l'utilizzo, nonostante la febbre alta e il dolore toracico. Dopo averlo preso, mi sento benissimo, niente fa male ".

Svetlana, 40 anni, pneumologa

“Uso il preparato di ortica nella pratica da molto tempo, ho osservato i pazienti in dinamica, ho esperienza pratica nella prescrizione di vari dosaggi. Quasi tutti i casi non hanno portato conseguenze negative, ma allo stesso tempo hanno migliorato significativamente le condizioni dei pazienti. Il farmaco mostra ottimi risultati nel trattamento delle ustioni e nella normalizzazione del sistema respiratorio. I pazienti che hanno preso la tintura di foglie di ortica si sentono bene e si sono messi al lavoro ".

Il materiale è stato preparato in collaborazione con il medico omeopatico Galiev Vladimir Alekseevich e l'agenzia media E-Medica.

Puoi trovare ulteriori informazioni sugli autori qui..

Articoli Su Allergie Alimentari