Dermatite atopica in gravidanza

La dermatite atopica è considerata una delle condizioni della pelle più comuni. Secondo le statistiche, le donne soffrono molto spesso di questo disturbo. Inoltre, la dermatite atopica viene ereditata da madre a figlio. Se entrambi i genitori sono atopici, il rischio di contrarre una tale malattia in un bambino aumenta più volte..

Durante la gravidanza, si verificano una serie di cambiamenti significativi nel corpo della futura mamma. Sfortunatamente, a volte tali cambiamenti possono portare alla comparsa di varie patologie. Una delle conseguenze di questi è la dermatite atopica. Questa malattia allergica può "sonnecchiare" nel corpo per anni e "svegliarsi" nel momento più felice della vita di ogni donna - durante la gravidanza.

Cause di dermatite atopica

La dermatite atopica viene diagnosticata non solo nelle donne in gravidanza, questa malattia si verifica in persone di età e sesso diversi in quasi tutti i paesi del mondo. Recentemente, il numero di atopici è aumentato notevolmente.

I medici associano una diffusione così massiccia della dermatite atopica a vari motivi: inquinamento ambientale, qualità del cibo che mangiamo, stress psico-emotivo. I catalizzatori di allergeni possono essere piante da fiore, prodotti sintetici o di lana, animali domestici, profumi e cosmetici. Inoltre, le madri moderne riducono sempre più i tempi dell'allattamento al seno e passano molto presto al latte artificiale. Spesso la malattia è provocata dalla tossicosi durante la gravidanza e dagli errori nutrizionali della mamma. Varie infezioni virali, batteriche e fungine, gli stress possono causare un'esacerbazione della malattia. La dermatite atopica può anche essere causata da un forte calo di temperatura, umidità dell'aria o esposizione alla luce solare insufficiente..

Studi recenti hanno dimostrato che il 90% dei casi di dermatite atopica viene diagnosticato entro i primi cinque anni di vita. Nel 60% di loro, la malattia inizia già nel primo anno di vita, il più delle volte subito dopo la nascita del bambino. Secondo i medici, circa il 50% delle donne che soffrono di dermatite atopica si aggrava durante la gravidanza..

Perché la dermatite atopica può non manifestarsi per anni e "svegliarsi" proprio durante la gravidanza? Questo fenomeno è facilmente spiegato dal fatto che nel corpo di una donna incinta viene prodotta una grande quantità di un ormone speciale: il "cortisolo". Svolge un ruolo importante nel processo di formazione fetale ed è responsabile dello sviluppo di reazioni allergiche. Dopo la nascita di un bambino, il livello di cortisolo nel sangue scende rapidamente, il bambino può facilmente contrarre qualsiasi malattia allergica, inclusa la dermatite atopica..

Se una donna ha già sofferto di dermatite atopica, dovrebbe prestare particolare attenzione a prepararsi per la gravidanza. Dopotutto, non si sa come si comporterà la malattia in futuro e se il bambino la erediterà. Più seriamente la futura mamma prende questo problema, prima inizia la terapia preventiva anche prima del concepimento, maggiori sono le possibilità che ha di dare alla luce un bambino assolutamente sano..

Quindi, se conosci la tua tendenza alla dermatite atopica, prima di tutto, consulta il tuo ginecologo e consulta un allergologo. Anche se tu o il padre del bambino non siete mai stati atopici, non vi è alcuna garanzia che il bambino non contrarrà questa malattia dalla famiglia immediata..

Sintomi della dermatite atopica durante la gravidanza

La dermatite atopica è generalmente abbastanza facile da riconoscere. Una donna incinta presenta eruzioni cutanee pruriginose su gomiti, ginocchia, addome, collo e petto. I medici distinguono tra tre fasi dello sviluppo di questa malattia durante la gravidanza:

  • forma leggera. La futura mamma ha i seguenti sintomi:
  1. eruzioni cutanee scarsamente espresse sui gomiti, sotto le ginocchia, sul collo;
  2. rigonfiamento;
  3. la pelle è di colore bianco-rosa, umidità normale, senza desquamazione;
  4. il prurito della pelle si verifica periodicamente, più spesso la sera.
  • forma centrale. Questa è la seconda fase della dermatite atopica, che è accompagnata dai seguenti sintomi:
  1. il prurito della pelle aumenta;
  2. l'eruzione cutanea si diffonde a viso, schiena, petto, addome, interno coscia;
  3. è possibile l'iperpigmentazione delle palpebre: la pelle intorno agli occhi diventa più scura.

Dermatite atopica della gravidanza

Cos'è la dermatite atopica della gravidanza?

Atopia: questo termine caratterizza una predisposizione allo sviluppo di dermatite atopica, asma bronchiale e / o rinite allergica.

L'eczema atopico è un'infiammazione della pelle che provoca pelle secca e pruriginosa. Colpisce qualsiasi area della pelle, compreso il viso, ma i gomiti, le ginocchia, i polsi e il collo sono le aree più comuni. Si manifesta con la stessa frequenza sia nelle donne che negli uomini e di solito inizia nelle prime settimane o mesi di vita. Più comune nei bambini, colpisce almeno il 10% dei neonati. Può persistere negli adulti o, dopo un periodo asintomatico, può ripresentarsi durante l'adolescenza e l'età adulta. Molti fattori ambientali peggiorano la condizione della pelle dell'eczema. Questi includono febbre, polvere, contatto con sostanze irritanti (come sapone o detergenti), stress e infezioni. Peggiora anche la condizione della pelle con eczema durante la gravidanza (vedi sotto).

La dermatite atopica delle donne in gravidanza si verifica nelle donne che già soffrono di eczema e provoca un'esacerbazione della malattia (in circa il 20% dei pazienti con dermatite atopica delle donne in gravidanza). Inoltre, c'è un gruppo di donne in cui la prima manifestazione di questa malattia è iniziata durante la gravidanza (questo include il restante 80% dei casi). Spesso hanno una pelle più sensibile con tendenza alla secchezza e irritazione (la cosiddetta diatesi atopica), ed è anche possibile che alcuni dei loro parenti soffrano di malattie atopiche (asma, rinite allergica, dermatite atopica).

La dermatite atopica della gravidanza di solito si sviluppa durante la prima metà della gravidanza (nel 75% - fino al terzo trimestre). L'ADB era precedentemente noto come prurito durante la gravidanza, ma questa definizione non include tutti i tipi di cambiamenti della pelle che possono verificarsi con questo tipo di malattia. Pertanto, questo nome non viene più utilizzato..

Qual è la causa della dermatite atopica della gravidanza? Il motivo non è del tutto chiaro. L'atopia è una malattia ereditaria (vedi sotto) e si manifesta a livello genetico. Le persone atopiche hanno un sistema immunitario iperattivo e una tendenza all'infiammazione della pelle (arrossamento ed erosione). La barriera protettiva della pelle in queste persone non funziona come dovrebbe e quindi la pelle è soggetta a secchezza e infezioni. Durante la gravidanza, il sistema immunitario cambia in modo significativo, il che può portare a un peggioramento della dermatite esistente o ai primi segni di dermatite atopica. Questi cambiamenti di solito scompaiono dopo il parto; sebbene una ricaduta della malattia possa verificarsi in alcune donne durante una seconda gravidanza.

La dermatite atopica è familiare? Sì. L'eczema atopico (come l'asma o la febbre da fieno) tende a manifestarsi nelle famiglie con queste condizioni. Se uno o entrambi i genitori hanno eczema, asma o raffreddore da fieno, è più probabile che i loro figli siano inclini a questo tipo di malattie. Inoltre, a causa dell'ereditarietà, tua sorella o tua madre possono anche sviluppare dermatite atopica durante la gravidanza. Vi è un'alta probabilità di sviluppare dermatite atopica durante le gravidanze successive.

Quali sono i sintomi della dermatite atopica in gravidanza e che aspetto ha? Il sintomo principale è un forte prurito, che può causare disagio durante il sonno. La gravità dell'eruzione cutanea dipende dal tipo di ADP. Se soffri di un peggioramento di un eczema preesistente, è probabile che la tua pelle sia arrossata e secca. Se il tuo eczema è attivo (durante una riacutizzazione), potresti sviluppare piccole vesciche con contenuto trasparente su mani e piedi, oppure potresti avvertire umidità sulla pelle. Nelle aree della pelle soggette a graffi costanti, la pelle può diventare ruvida, si verifica la cosiddetta lichenificazione. Se si sviluppa per la prima volta la dermatite atopica durante la gravidanza, l'eruzione cutanea è più lieve. Due terzi dei pazienti soffrono di macchie rosse, pruriginose e squamose (chiamate tipo eczematoso di ADP). La lesione, come nell'eczema atopico, è il collo, il torace, i gomiti e la fossa poplitea. Un altro terzo dei pazienti presenta piccoli noduli (1-2 mm) o placche leggermente grandi (5-10 mm), a volte con piccole ferite aperte (escoriazioni che compaiono a seguito di graffi sulla pelle) sull'addome, sulla schiena e sulle estremità (le cosiddette " prurito ").

Come viene diagnosticata la dermatite atopica della gravidanza? Di solito è facile diagnosticare un'esacerbazione di un eczema preesistente sulla base della presentazione clinica caratteristica e della storia medica. Tuttavia, alla prima manifestazione di dermatite atopica, la diagnosi è più difficile da stabilire. Può essere confuso con una condizione della pelle come la scabbia o eruzioni cutanee causate da allergie ai farmaci e altre condizioni della pelle specifiche che si verificano durante la gravidanza. È meglio informare il medico di famiglia della dermatite atopica in te o nei tuoi familiari, nonché una predisposizione ad altre malattie atopiche (chiamata diatesi atopica, vedi sopra).

La dermatite atopica di una donna incinta può colpire il feto? No, l'eruzione cutanea della madre non danneggia il bambino. Tuttavia, sullo sfondo della dermatite atopica, un bambino può sviluppare una predisposizione genetica alle malattie atopiche (eczema, asma o raffreddore da fieno).

La dermatite atopica della gravidanza può essere curata? Non completamente; a causa di una predisposizione genetica a questa malattia. Ma ci sono molti modi per controllarlo. In particolare, le prime manifestazioni della dermatite atopica rispondono bene al trattamento e sono facilmente controllabili.

Come viene trattata la dermatite atopica in gravidanza? L'obiettivo principale del trattamento è alleviare il prurito e ridurre l'infiammazione e il rossore della pelle. È importante che durante la gravidanza vengano utilizzati farmaci completamente sicuri per la salute della madre e del bambino. Idratanti, creme steroidee o unguenti più comunemente usati.

Gli idratanti (creme e unguenti emollienti) possono essere applicati più volte al giorno per prevenire la secchezza della pelle. Ce ne sono molti, quindi è importante scegliere esattamente lo strumento che fa per te. Idratanti da bagno e sostituti del sapone forniscono sollievo in molti casi. Non è consigliabile fare il bagno o la doccia troppo spesso, questo secca la pelle.

Le creme steroidee o gli unguenti oleosi contenenti steroidi sono spesso necessari per alleviare i sintomi. Dovrebbero essere applicati solo sulla pelle colpita. Devono essere utilizzate le creme steroidee più deboli (ad es. Idrocortisone) o di media intensità. La quantità di panna dovrebbe essere ridotta al minimo. Idealmente, saranno sufficienti da 1 a 2 tubetti piccoli (da 15 a 30 grammi). Tuttavia, nei casi più gravi, è sempre preferibile utilizzare una crema o un unguento steroideo più forte in grandi quantità rispetto all'assunzione di compresse di steroidi..

La prescrizione di pillole di steroidi è l'ultimo passo per controllare la condizione e deve essere assunta solo a piccole dosi e per un breve periodo di tempo. Il prednisolone è un farmaco usato durante la gravidanza per gravi riacutizzazioni di eczema.

Alcuni pazienti possono anche beneficiare di trattamenti complementari, come i raggi ultravioletti (UV tipo B), che sono considerati sicuri durante la gravidanza..

Gli antibiotici possono essere necessari se ti bagni. Ciò potrebbe significare che l'eczema è infetto da batteri..

Creme o unguenti che sopprimono il sistema immunitario, come tacrolimus (Protopic®) e pimecrolimus (Elidel®), dovrebbero essere evitati poiché non sono autorizzati durante la gravidanza. Sebbene si ritenga che l'uso non ufficiale di questi farmaci su aree limitate della pelle non danneggi il nascituro, non sono state condotte ricerche serie in questo settore..

Inoltre, gli antistaminici possono aiutare ad alleviare il prurito della pelle. I farmaci sicuri durante la gravidanza sono:

  • Sedativi (sedativi): clemastina, dimetindene, clorfeniramina.
  • Non sedativo: loratadina, cetirizina.

Quanto è sicuro questo trattamento per la salute della madre e del bambino? Hai bisogno di una supervisione speciale? L'uso con moderazione di creme o unguenti steroidei di potenza da leggera a moderata è sicuro durante la gravidanza. Forti creme o unguenti steroidei possono influenzare lo sviluppo fetale. I bambini in questi casi possono nascere con un peso insufficiente, specialmente quando si usano creme o unguenti steroidei a dosi elevate (più di 50 g - 1/2 tubo grande al mese, o più di 200 - 300 g - 2-3 - tubi grandi per l'intero periodo di gravidanza). Corsi brevi (circa 2 settimane) di prednisolone (pillola steroidea), che è il farmaco di scelta tra gli ormoni steroidei pillola durante la gravidanza, di solito non danneggiano il bambino. Tuttavia, la somministrazione orale di grandi dosi (più di 10 mg al giorno) di prednisone per un periodo più lungo (più di 2 settimane) durante le prime 12 settimane di gravidanza può portare allo sviluppo di "labbro leporino" o "palatoschisi" nel bambino. Il trattamento prolungato con pillole steroidee (che di solito non è necessario con ADB) può anche influenzare lo sviluppo del bambino in generale, in particolare la crescita del feto.

La madre è a rischio di diabete (alto livello di zucchero) e ipertensione (alta pressione sanguigna) con compresse di steroidi. Pertanto, le cliniche prenatali dovrebbero avere misurazioni continue della pressione sanguigna e analisi delle urine, mentre gli ultrasuoni possono rilevare anomalie nello sviluppo del bambino..

È possibile la consegna normale? sì.

Le donne con dermatite atopica in gravidanza possono allattare al seno? Sì. Anche con le pillole di steroidi, una donna può allattare il suo bambino poiché solo una piccola quantità di steroidi passa nel latte materno. Tuttavia, queste donne sono a rischio di sviluppare l'eczema del capezzolo a causa della maggiore sensibilità della pelle. Pertanto, si consiglia di applicare creme idratanti a questa parte del corpo. Se si tratta di una crema steroidea, lavarla accuratamente prima dell'allattamento al seno per evitare che entri nella bocca del bambino..

Sebbene sia stato fatto ogni sforzo per garantire che le informazioni in questo foglio illustrativo siano accurate, non tutti i trattamenti descritti sono appropriati o sufficientemente efficaci per tutti i pazienti. Il tuo medico curante sarà in grado di fornirti maggiori informazioni..

Le informazioni generali in questo opuscolo sono state adattate dall'opuscolo informativo per il paziente (BAD). Questa brochure è stata preparata dal gruppo di lavoro "Malattie della pelle durante la gravidanza", Accademia europea di dermatologia e venereologia (EADV) e potrebbe non riflettere il punto di vista ufficiale dell'Accademia.

Trattamento della dermatite atopica durante la gravidanza

Una delle malattie della pelle più comuni è la dermatite atopica. Colpisce fino al 20% della popolazione e si manifesta ugualmente spesso in entrambi i sessi. È un'infiammazione cronica della pelle che provoca secchezza e prurito. È di natura allergica. La malattia viene diagnosticata in almeno il 10% dei neonati, di solito scompare dopo 3-7 anni di età e può ripresentarsi con ricadute in età avanzata. Non è raro che la dermatite atopica si verifichi durante la gravidanza, causando notevole preoccupazione nelle future mamme..

Perché compare la malattia?

La patologia è ereditaria. Si manifesterà con una probabilità fino all'80% se entrambi i genitori sono atopici e con una probabilità del 30-50% se uno di loro soffre di patologia. La malattia, sebbene meno probabile (fino al 20%), può essere rilevata se uno dei parenti più lontani ha rinite allergica, asma, eczema.

Il sistema immunitario delle persone atopiche è iperattivo e incline all'infiammazione. La barriera protettiva è indebolita e la pelle si secca, più suscettibile alle infezioni. In risposta alla penetrazione di sostanze allergeniche, il corpo inizia ad aumentare la produzione di immunoglobuline E e istamina. La permeabilità dei capillari aumenta, di conseguenza compaiono sintomi allergici: prurito, arrossamento, eruzione cutanea, ecc. La predisposizione genetica non significa che una persona svilupperà sicuramente una patologia. In effetti, non verrà ereditata la dermatite stessa, ma solo una tendenza ad essa.

I seguenti fattori (trigger) possono provocare il processo patologico:

  • la vita in una metropoli con un'industria sviluppata e un ambiente sfavorevole;
  • frequente inserimento nel menù di cibi ad alto indice di allergia;
  • fumo (anche i fumatori passivi sono a rischio), alcol;
  • assunzione incontrollata di farmaci;
  • infezioni batteriche, fungine e virali;
  • stress psico-emotivo eccessivo.

Piante da fiore, prodotti chimici domestici, indumenti in tessuti sintetici, cosmetici, saliva e peli di animali domestici, ecc. Possono anche agire come catalizzatori di patologie. L'atopia è esacerbata in inverno a causa dell'eccessiva secchezza dell'aria dai radiatori in funzione. Il sole e l'alta umidità portano alla remissione e al sollievo.

Quando una donna è incinta, il suo equilibrio ormonale cambia in modo significativo oltre a quanto sopra. Tra le donne in gravidanza che soffrono di dermatite atopica, il 20% delle donne sperimenta un'esacerbazione della malattia e il restante 80% dei pazienti con atopia compare per la prima volta. Di solito questo 80% ha una pelle naturalmente secca, facilmente irritabile (chiamata diatesi atopica) e / o ha parenti con allergie.

Sintomi

La dermatite allergica nelle donne in gravidanza si manifesta nella prima metà della gravidanza (fino al terzo trimestre - nel 75% dei casi). Dopo il parto, la malattia si attenua, ma è possibile che dopo alcuni mesi compaiano segni a causa di cambiamenti ormonali che si verificano di recente.

I medici identificano 3 fasi dello sviluppo della patologia.

  • lieve eruzione cutanea sul collo, nella fossa poplitea, sui gomiti;
  • gonfiore della pelle;
  • quasi nessun peeling e iperemia (arrossamento) della pelle, il prurito appare di tanto in tanto, di solito la sera.
  • l'eruzione cutanea si diffonde anche al viso, al torace, all'addome, ai fianchi, alla schiena;
  • il prurito si intensifica e dà fastidio più spesso;
  • inizia il peeling;
  • non è esclusa l'iperpigmentazione delle palpebre: gli occhi diventano come circondati da occhiaie.
  • prurito insopportabile costante. Porta a esaurimenti nervosi, la donna soffre di insonnia;
  • la pelle è gonfia e squamosa;
  • compaiono macchie rosse, noduli (fino a 2 mm), bolle fino a 1 cm (essudati), dove c'è un contenuto trasparente;
  • possibili pustole, piccole ferite aperte (escoriazioni), che compaiono a causa di graffi. Un'infezione può facilmente arrivarci..

L'esacerbazione della dermatite atopica a uno stadio grave è tipica delle donne in gravidanza che soffrono di questa malattia da molto tempo. Questa condizione richiede una degenza ospedaliera..

La patologia influisce sul decorso della gravidanza e sul feto?

L'atopia non è un ostacolo al concepimento di un bambino, non influisce sulla gravidanza, non danneggia il bambino e non influisce sul parto. La futura mamma, a causa del prurito incessante e dell'insonnia, di solito diventa nervosa, piagnucolosa e avverte una stanchezza cronica. In una certa misura, il suo stato psico-emotivo viene trasmesso al bambino, ma non abbastanza, ovviamente, per parlare di un effetto significativo sul feto.

Tuttavia, la futura mamma deve sapere che sullo sfondo della dermatite atopica, non è esclusa una predisposizione genetica alle malattie atopiche (raffreddore da fieno, asma, eczema) in un bambino. Non è necessario che si trasformi in malattia, ma c'è un tale rischio.

Diagnostica

La diagnosi deve essere fatta da un dermatologo o allergologo. Se l'atopia è già stata osservata in precedenza ed ora sta peggiorando a causa della gravidanza, la diagnosi, visto il quadro clinico caratteristico, è facile da stabilire. Se i segni di patologia sono comparsi per la prima volta, può essere confuso con altre malattie della pelle che compaiono durante la gravidanza.

Una donna deve donare il sangue per il livello di immunoglobulina E. Il superamento dei valori consentiti indica che si tratta di un'allergia e non, ad esempio, di un'infezione. Un esame del sangue consente anche di determinare quale particolare allergene irritante aumenta la reazione negativa.

Trattamento

Il trattamento della dermatite atopica deve essere effettuato con mezzi il più sicuri possibile per una donna incinta e un feto. L'obiettivo principale è ridurre l'infiammazione della pelle ed eliminare il prurito. È anche importante mantenere la pelle idratata e impedire che si secchi in futuro..

Terapia farmacologica

Il medico può consigliare:

  1. Idratanti emollienti a base di grassi per la cura quotidiana (Losterin, Lipikar, Emolium, ecc.). Rimuovono l'irritazione, guariscono le crepe e riducono il prurito. Di solito si applica dopo la doccia o, in caso di secchezza eccessiva, in aggiunta durante il giorno.
  2. Creme steroidee. Vengono prescritti solo i più deboli, ad esempio un unguento all'idrocortisone e in un dosaggio minimo (un tubo da 15-30 g è sufficiente per il corso). Applicare esclusivamente sulle zone infiammate.
  3. Antistaminici. Loratadine, Clemastine, Chlorpheniramine, Cetirizine, Dimetinden sono considerati sicuri.
  4. Le pillole steroidee (Prednisolone, ecc.) Sono prescritte nei casi più gravi. Si consigliano le dosi minime e il corso non può durare più di due settimane.
  5. Antibiotici - Cefazolin, Ceftriaxone, ecc. Efficace se l'eczema è complicato dall'infezione.
  6. Enterosorbenti - Polysorb, Enterosgel, Polyphepan, Atoxin, ecc. Rimuovono rapidamente le tossine dal corpo.
  7. Probiotici per aumentare l'immunità - Lactobacterin, Probiform, Biobacton, Bifidumbacterin, ecc..

Dieta

Durante un'esacerbazione della patologia, è necessario limitare o rimuovere completamente dalla dieta:

  • noccioline;
  • frutta esotica e agrumi;
  • pesce e brodi da esso;
  • frutti di mare, caviale;
  • uova di gallina;
  • agnello, maiale;
  • cioccolato;
  • miele;
  • fragole;
  • ribes rosso;
  • ciliegie;
  • pomodori;
  • carota;
  • funghi;
  • soia;
  • cibi troppo piccanti, carni affumicate, spezie, marinate, conservazione, fast food.

La base del menu giornaliero dovrebbe essere latticini, carne magra, pane integrale, cereali, verdure e frutta di colore verde o giallo. È meglio cuocere il cibo, grigliare, cuocere a vapore, cuocere a fuoco lento con un po 'di olio vegetale.

Rimedi popolari

Devono essere usati con estrema cautela, soprattutto durante la gravidanza. La reazione può essere imprevedibile. La consultazione del medico curante è obbligatoria. Va tenuto presente che sebbene i metodi tradizionali allevieranno la condizione, non sostituiranno la terapia principale..

  1. 1 cucchiaino. coni di luppolo tritati e spago asciutto versare 150 ml di acqua bollente. Bollire per 5 minuti. Filtrare l'infuso raffreddato e bere prima di coricarsi. Corso - 2 settimane.
  2. 1 cucchiaio. l. Versare 500 ml di acqua bollente sulle foglie fresche di tarassaco (schiacciate), lasciare agire per 3 ore. Bere 250 ml due volte al giorno. Durata: 3 settimane.
  3. Mescolare 30 g di propoli tritato e 120 ml di olio vegetale in una pirofila di vetro resistente al calore, mettere in forno per 15 minuti. Lubrificare le aree infiammate.
  4. 500 g di corteccia di quercia e 200 g di farina d'avena, versare 5 litri di acqua bollente, far bollire per 15 minuti. Filtrare e versare nella vasca da bagno. Rimuove bene eruzioni cutanee e prurito. Si consiglia di fare questi bagni 2-3 volte a settimana..
  5. Strofinare le patate crude e fare impacchi dalla pappa o lubrificare le infiammazioni con succo di patate.
  6. Combina il succo di Kalanchoe e il miele in proporzioni uguali. La miscela viene infusa per una settimana. Quindi lubrificare le aree infiammate. L'unguento elimina perfettamente il prurito.

Prevenzione

Semplici regole aiutano ad evitare l'esacerbazione della malattia:

  • per quanto possibile, non contattare l'allergene: rimuovere le piante in fiore dalla stanza in cui si dorme, arrotolare i tappeti, sostituire coperte e cuscini con lanugine con opzioni con riempitivi ipoallergenici, ecc.;
  • utilizzare cosmetici speciali per donne incinte o bambini;
  • indossare abiti realizzati con materiali naturali e traspiranti;
  • la pulizia quotidiana con acqua è importante;
  • cerca di evitare lo stress.

La dermatite atopica durante la gravidanza non può essere completamente curata. Ma, osservando scrupolosamente tutte le raccomandazioni del medico, puoi ridurre in modo significativo o addirittura eliminare completamente il rischio della sua manifestazione, nonché la probabilità di atopia nel bambino in futuro.

Dermatite nelle donne in gravidanza: tipi, cause e trattamento

La dermatite si manifesta con infiammazione ed eruzioni cutanee sulla superficie della pelle. La malattia può verificarsi durante la gravidanza. Questo modello è spiegato dal fatto che nel corpo della futura mamma si verificano cambiamenti ormonali attivi. La dermatite della gravidanza richiede un trattamento tempestivo. Una visita precoce da un medico quando compaiono segni di patologia consente di recuperare rapidamente senza lo sviluppo di complicazioni.

Soddisfare

  • Ragioni per l'aspetto
  • Sintomi della malattia
  • Trattamento della dermatite nelle donne in gravidanza
  • Prevenzione

Ragioni per l'aspetto

Lo sviluppo della gravidanza è accompagnato da un carico significativo su tutti gli organi e sistemi del corpo femminile. In connessione con i cambiamenti ormonali, i pazienti sviluppano esacerbazioni di molte malattie. Questo vale anche per la dermatite di natura allergica..

Con la sensibilizzazione, il paziente sviluppa una reazione allergica acuta. È dovuto all'ipersensibilità dell'immunità di una donna alla sostanza chimica. A causa della rapida attivazione delle cellule immunocompetenti sulla superficie della pelle, compaiono eruzioni cutanee specifiche, sulla base delle quali si può sospettare la dermatite durante la gravidanza.

I fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia sono:

  1. Patologie croniche o acute dell'apparato digerente;
  2. Processi allergici di altra origine (asma, rinite, congiuntivite, allergie alimentari);
  3. Cattive condizioni ambientali nella regione in cui vivono le donne;
  4. Rischi professionali sul posto di lavoro;
  5. Grave stress, aumento dello stress psico-emotivo;
  6. Cattive condizioni climatiche (ipotermia o surriscaldamento della pelle, prolungata esposizione al vento);
  7. Terapia farmacologica (p. Es., Pomate steroidee).

La combinazione di gravidanza e un complesso di fattori che provocano reazioni infiammatorie è la causa principale dei processi allergici nella futura mamma..

Sintomi della malattia

La sintomatologia della malattia nelle donne in gravidanza dipende dalla forma della malattia del paziente. Ciò determina anche il potenziale effetto sul feto, che inevitabilmente si manifesta nel corso della patologia..

Forma atopica

La dermatite durante la gravidanza si manifesta con un processo atopico. I sintomi caratteristici di questa condizione sono:

  1. Grave prurito della pelle, tormentando il paziente anche durante il sonno;
  2. Pelle secca;
  3. Un'eruzione cutanea sotto forma di piccole macchie rosse che iniziano a staccarsi nel tempo;
  4. Quando attaccate, è possibile formare sulla pelle piccole bolle riempite con un liquido trasparente;
  5. Lichenificazione: ingrossamento della superficie della pelle nelle aree di graffio.

La dermatite atopica è caratterizzata dalla comparsa di macchie sulla superficie del torace, del collo, nonché sui gomiti, sulle ginocchia e sull'addome. In alcuni pazienti si formano piccole placche sul dorso che, se graffiate, possono formare ferite aperte sulla superficie della pelle.

Dermatite da contatto

Dermatite allergica da contatto meno comunemente diagnosticata durante la gravidanza. Ha uno speciale meccanismo di sviluppo. Questa malattia si verifica localmente, nel sito di esposizione alla pelle di un allergene patologico (sull'addome, sulla schiena o sulle estremità). Nell'area di contatto si sviluppano cambiamenti caratteristici, che successivamente si sostituiscono a vicenda. Le fasi della dermatite includono:

  1. Rossore (eritema) nel sito di contatto con l'allergene;
  2. Edema e gonfiore dei tessuti con l'aggiunta di prurito cutaneo;
  3. Formazione di bolle riempite con liquido trasparente;
  4. Apertura di bolle;
  5. Formazione di croste nell'area del danno cutaneo.

Dopo che il difetto della pelle è guarito, la crosta cade da sola. Al suo posto può formarsi una piccola cicatrice a causa di un trauma ai tessuti locali..

Forma periorale

La dermatite periorale è una forma speciale di un processo allergico. È caratterizzato dalla comparsa di eruzioni cutanee rosse o rosate sulla superficie del viso, di solito nell'area intorno alle labbra. La dermatite si verifica in aree simmetriche, le sue manifestazioni progrediscono gradualmente, entro diverse settimane o mesi, la donna incinta ha ulteriori eruzioni cutanee sulla superficie del viso.

Una caratteristica del processo periorale è la presenza di una piccola area di pelle sana, non interessata dall'eruzione cutanea, che si trova direttamente intorno alle labbra. Come con altre forme di malattia, il paziente soffre di un forte prurito nell'area dell'eruzione cutanea. La malattia ha il decorso più favorevole. La forma periorale della patologia non causa gravi complicazioni. Non danneggia la salute della madre e del feto.

Tipo seborroico

Meno comunemente, i pazienti sviluppano dermatite seborroica durante la gravidanza. Si manifesta come un'eruzione cutanea a fiocchi sulla superficie della pelle. Come con altre forme di malattia, il paziente soffre di un forte prurito nell'area dell'eruzione cutanea durante lo sviluppo del processo patologico.

Le localizzazioni tipiche dei sintomi nel tipo seborroico della malattia sono il torace e la schiena, il cuoio capelluto, il viso e le orecchie. Le manifestazioni patologiche possono verificarsi anche nelle pieghe naturali. In quest'area, con un lungo corso del processo, si possono formare croste compattate e crepe nel sito dell'eruzione cutanea..

Trattamento della dermatite nelle donne in gravidanza

La dermatite nelle donne in gravidanza richiede un trattamento complesso. Include la terapia farmacologica e non farmacologica. L'impatto sul corpo del paziente arresta le manifestazioni della malattia. Il complesso include il trattamento generale e locale delle reazioni di ipersensibilità.

Trattamento generale della patologia

La terapia generale prevede l'eliminazione della causa principale della malattia: il processo allergico. Per questo, alla donna incinta vengono prescritti antistaminici, che bloccano la reazione di ipersensibilità. Sullo sfondo dell'assunzione di farmaci, la gravità del processo infiammatorio diminuisce e i sintomi della malattia scompaiono. È impossibile sbarazzarsi delle allergie senza l'uso di antistaminici, poiché solo essi influenzano la causa della malattia.

Se la malattia del paziente è provocata da un forte stress, avrà bisogno di una terapia sedativa. Per il trattamento di una donna incinta, vale la pena dare la preferenza ai sedativi a base di erbe. I rimedi naturali sono delicati sul corpo. Il loro uso di solito non è accompagnato da effetti collaterali. Questo è un importante vantaggio dei rimedi erboristici nel trattamento delle donne in gravidanza..

Nella terapia vengono utilizzati anche metodi di esposizione non farmacologici. I trattamenti efficaci sono:

  1. Ridurre i livelli di stress in una donna;
  2. Rispetto del regime idrico (almeno 2 litri di liquido al giorno);
  3. Pulizia a umido regolare nell'appartamento;
  4. Limitare il contatto con gli animali domestici;
  5. Rifiuto completo di cosmetici decorativi o passaggio a prodotti ipoallergenici;
  6. Prevenzione dell'ipotermia o del surriscaldamento.

Si consiglia alla futura mamma di seguire una dieta per la dermatite atopica. È necessario rimuovere dalla dieta gli alimenti che sono forti allergeni. Questi includono caffè, cioccolato, cibo in scatola, cibi grassi e fritti e frutti di mare. Le allergie già identificate sono importanti da considerare.

Molte donne hanno intolleranze alimentari. Questi piatti sono completamente esclusi dalla dieta. La limitazione è imposta per l'intero periodo di gravidanza. La mancata osservanza delle raccomandazioni dietetiche causa spesso attacchi ricorrenti della malattia. Pertanto, i pazienti devono riflettere rigorosamente sulla loro dieta..

La gamma di trattamenti topici dipende dalla forma della dermatite. Le peculiarità dei sintomi determinano il modo in cui è necessario influenzare la pelle del paziente. Pertanto, è necessario considerare separatamente i metodi di terapia per il tipo cutaneo e seborroico..

Trattamento della dermatite cutanea

Il trattamento per la dermatite in gravidanza include la terapia topica. A tale scopo, ai pazienti vengono prescritti unguenti e gel speciali per uso esterno. Questi agenti hanno un effetto locale sui sintomi della pelle. Gli unguenti per la dermatite eliminano gonfiore, prurito e bruciore.

Il trattamento della dermatite atopica durante la gravidanza è prescritto da un medico. Solo uno specialista può valutare le condizioni del paziente. Molti farmaci sono controindicati durante il periodo di formazione fetale. Questo viene preso in considerazione quando si scelgono i farmaci.

Trattamento della seborrea

Il trattamento topico della seborrea prevede l'uso di shampoo speciali che idratano il cuoio capelluto e riducono l'intensità della desquamazione. Si consiglia di utilizzare balsami e maschere nutrienti. Se il paziente sviluppa inoltre eruzioni cutanee sul corpo, vengono anche trattati con unguenti speciali.

Prevenzione

Segui i consigli medici:

  1. Escludere cibi con maggiore allergenicità dalla dieta;
  2. Evita lo stress intenso;
  3. Limita il livello di attività fisica;
  4. Usa regolarmente creme idratanti;
  5. Passa a cosmetici decorativi ipoallergenici;
  6. Evitare il contatto con potenziali allergeni (animali domestici, polline, cuscini di piume, coperte di lana).

La prevenzione riduce la probabilità di sviluppare dermatiti.

Dermatite atopica nelle donne in gravidanza: trattare con estrema cautela

La gravidanza per ogni ragazza è un periodo importante in cui prende una decisione sia per se stessa che per il suo futuro bambino. Ma cosa fare se queste eruzioni cutanee pruriginose compaiono improvvisamente durante la gravidanza? Bere le stesse medicine? O trattare con qualcosa di nuovo? O forse questo può essere evitato del tutto?

Secondo le statistiche, nel 20% dei casi si verifica un'esacerbazione di dermatite o eczema e nel restante 80% la dermatite atopica debutta durante la gravidanza. È importante essere consapevoli di questi e molti altri problemi, perché il trattamento è complicato dal divieto di molti dei soliti farmaci, perché può danneggiare il bambino.

Con un'esacerbazione della dermatite atopica, vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci: glucocorticosteroidi per uso locale e sistemico, antistaminici, farmaci stabilizzatori di membrana, immunomodulatori per uso locale. Una decisione adeguata e corretta sul trattamento può essere presa solo da un medico, il compito principale è prevenire lo sviluppo della malattia e, allo stesso tempo, escludere metodi di trattamento che possono interessare il feto, diagnosticare ed escludere la dermatite da contatto. Se non inizi il trattamento in tempo, c'è un'alta probabilità che una forma lieve di dermatite atopica si trasformi in una forma più grave..

Cause della malattia

La dermatite atopica è una dermatosi allergica cronica ed è una delle condizioni della pelle più comuni. Secondo gli ultimi dati dell'OMS, l'incidenza tra la popolazione adulta è del 2-10% e studi recenti dimostrano che continua ad aumentare.

I primi segni della malattia compaiono più spesso durante l'infanzia, all'età da 0 a 5 anni, ma il debutto è possibile nell'adolescenza..

Ci sono molte ragioni per questo, poiché la dermatite atopica è una malattia multifattoriale. Un ruolo importante è giocato dal fatto che la predisposizione all'atopia è ereditata dai genitori. Se entrambi ce l'hanno, la probabilità di malattie atopiche in un bambino è di circa il 50%. Per la realizzazione di questa predisposizione, molto spesso è necessaria l'influenza di uno o più motivi:

  • Mangiare potenziali allergeni
  • Potenziali allergeni in casa
  • Frequenti infezioni del tratto respiratorio superiore

In età avanzata:

  • Fumo
  • Assunzione incontrollata di medicinali
  • Abuso di alcool

Esacerbazione della dermatite atopica durante la gravidanza

Una delle caratteristiche piacevoli della dermatite atopica è la remissione spontanea, che può essere piuttosto lunga, e la gravidanza è spesso un fattore che interrompe questa remissione e fa peggiorare la malattia. Nel periodo gestazionale, si verifica una cascata temporanea di cambiamenti nel background ormonale nel corpo della madre, la sensibilità del sistema immunitario aumenta e le reazioni emotive cambiano, il che porta alla comparsa dei primi sintomi di dermatosi.

Nella maggior parte dei casi, il momento in cui la dermatite può peggiorare si verifica nel primo o nel secondo trimestre di gravidanza (nel 75% dei casi). Prima di tutto, si nota la comparsa di macchie rosse pruriginose, a volte accompagnate da desquamazione, se un tale episodio è la prima volta, è possibile la comparsa di piccole bolle (vescicole) che, una volta pettinate, daranno stillicidio. Successivamente, la pelle su cui c'erano eruzioni cutanee può essere secca e ruvida, sollevata rispetto ai tessuti circostanti - questo è chiamato lichenificazione. La localizzazione più comune delle eruzioni cutanee sono le aree del corpo con pelle più sottile: collo, petto, gomiti, fossa poplitea.

Esistono diversi gradi di malattia:

  • Lieve: comune in coloro che hanno questo primo episodio della malattia. È caratterizzato da piccole aree di arrossamento sotto forma di noduli (1-2 mm), localizzati in aree tipiche. Prurito - moderato, dà fastidio principalmente la sera.
  • Moderato: nella fase successiva della malattia, in cui le macchie rosse aumentano di dimensioni e l'area di diffusione diventa più ampia, l'eruzione cutanea si diffonde all'addome, alla schiena, al viso e alle cosce. In questa condizione, è meglio spostare il paziente in un ospedale..
  • Grado severo: tipico di chi ha sofferto in precedenza di episodi di dermatite atopica. I segni principali sono un forte prurito, che potrebbe anche non consentire di dormire sonni tranquilli, il processo si diffonde in tutto il corpo. In alcuni casi, è possibile allegare un'infezione secondaria, ad es. l'aspetto del gonfiore degli elementi, la comparsa di vescicole con pus. Non in tutti i casi di un corso grave di dermatite atopica apparirà la piodermite, dipende dall'immunità di una persona in particolare.

Cure mediche durante la gravidanza

Il compito principale è evitare effetti teratogeni sul feto, alleviando al massimo le condizioni della futura gestante e, idealmente, rimuovere tutti i segni della malattia. Per prescrivere un trattamento, prima di tutto, è necessario consultare un medico, le pazienti in gravidanza sono condotte congiuntamente da un dermatologo e un ostetrico - ginecologo.

Se è stata diagnosticata una fase lieve della malattia, il trattamento viene eseguito a casa, in caso di grado moderato o grave - si consiglia il ricovero in ospedale, ma, ancora una volta, questo è considerato dal medico in ogni singolo caso.

  • interrompere il contatto con un potenziale allergene (cibo, animali domestici, nuovi prodotti per l'igiene, ecc.);
  • aderenza al sonno e al riposo, per escludere ogni sovraccarico emotivo;
  • mantenere pulita la casa - pulizia a umido 2 volte a settimana;
  • rimuovere i cuscini e le coperte in piuma e piumino;
  • se possibile, rimuovere tappeti, peluche, pulizia a umido dei mobili imbottiti;
  • rimuovere le piante dalla casa;
  • ventilazione regolare dei locali;
  • escludere indumenti sintetici, biancheria da letto e biancheria intima e utilizzare tessuti naturali quando possibile;
  • escludere possibile fumo passivo

Come trattamento farmacologico, vengono utilizzati idratanti speciali, crema o unguento che contengono glucocorticosteroidi, farmaci per ridurre il prurito.

Le creme idratanti o emollienti contengono ingredienti speciali che aiutano a ripristinare la barriera lipidica della pelle, riducendone la sensibilità e l'irritazione. Aziende speciali che producono cosmetici farmaceutici sono impegnate nella produzione di tali creme, quindi i fondi dovrebbero essere cercati in una farmacia e non in un normale supermercato. Questo gruppo di agenti esterni non deve essere trascurato, forniscono un rapido recupero e guarigione delle aree colpite e aiuta anche ad aumentare l'immunità della pelle, che riduce il rischio di infezione secondaria.

Per aumentare il comfort, garantire un sonno sano e ridurre l'intensità del prurito, alcuni antistaminici sono consentiti per le donne in gravidanza. Ad esempio, clemastina, loratadina, con un'adeguata valutazione del medico della necessità di prescrivere questi farmaci.

Creme o unguenti contenenti steroidi sono prescritti rigorosamente dal medico e vengono utilizzati sotto la sua supervisione. A seconda della durata e dell'intensità del processo, il medico sceglie la forma di dosaggio corretta. Dovrebbero essere applicati sulla pelle pulita e asciutta, solo su aree danneggiate in uno strato sottile. Per le donne in gravidanza, è consentito l'uso di steroidi di attività leggera e media, poiché quando si usano farmaci con un alto grado di attività, può essere trasmesso un effetto negativo sul feto.

Il trattamento con compresse ormonali (il prednisone è consentito durante la gravidanza) è consentito nel trattamento di forme gravi di dermatite atopica, si raccomanda l'uso di piccoli dosaggi e una breve durata di somministrazione.

Si possono usare antibiotici??

Nel trattamento della dermatite atopica, gli antibiotici vengono utilizzati solo per trattamenti esterni e solo come parte di farmaci combinati (farmaco ormonale e antibiotico). Sono prescritti per malattie gravi in ​​caso di infezione per il più breve tempo possibile.

Metodi tradizionali di trattamento

Il problema del trattamento della dermatite atopica nelle donne in gravidanza non è così raro, le ricette più efficaci della medicina tradizionale sono in questo articolo. I seguenti rimedi popolari possono essere utili per aiutare a ridurre la manifestazione dei sintomi:

  • bagno alle erbe di ortica, bardana e achillea: la miscela secca viene preparata con acqua bollente e infusa. Il brodo risultante può essere utilizzato per pulire le aree di eruzioni cutanee.
  • infuso di gemme di betulla: versare 1 tazza di gemme con acqua bollente e insistere in un thermos. Questa infusione aiuta a ridurre l'irritazione e la sensibilità della pelle.
  • il decotto del treno (1 cucchiaio in mezzo bicchiere d'acqua) viene applicato 3-4 volte al giorno come impacchi umidi.

Dieta

Come già accennato, gli allergeni che provocano un'esacerbazione possono provenire anche dal cibo e, quindi, uno degli elementi di trattamento obbligatori è l'alimentazione secondo una dieta ipoallergenica. La sua essenza sta nell'esclusione degli alimenti che possono agire come potenziali allergeni..

In primo luogo dovrebbero essere messi frutti di mare, alimenti contenenti varie spezie e condimenti, nonché caffè, cioccolato, miele e cibo affumicato, noci e agrumi. Potresti essere a conoscenza di un prodotto specifico che potrebbe causare sintomi di allergia e dovrebbe essere evitato completamente durante la gravidanza. La dieta deve essere rispettata durante l'intero periodo di esacerbazione e, dopo che il pericolo è passato, i prodotti devono essere introdotti gradualmente, non più di una volta ogni due o tre giorni..

Trattamento della dermatite atopica durante la gravidanza senza pericolo per il feto

La gravidanza è un periodo in cui si verificano molti cambiamenti nel corpo di una donna e le malattie croniche diventano più acute. Questi includono la dermatite atopica. Dato che questa malattia è più tipica per le donne, c'è il rischio che si ripresenti durante la gravidanza. Inoltre, è del tutto possibile che la malattia non si sia manifestata in alcun modo prima.

Perché la dermatite atopica si sviluppa durante la gravidanza?

La diagnosi di dermatite atopica non è limitata alle donne in gravidanza. Qualsiasi persona può affrontarlo, ma più spesso la malattia si manifesta anche durante l'infanzia. Il motivo è l'ereditarietà: se almeno uno dei genitori è atopico, aumenta il rischio di incontrare la dermatite in un bambino. I primi segni della malattia possono comparire anche in età adulta..

La dermatite atopica nelle donne in gravidanza si verifica spesso per la prima volta. Prima di allora, una donna non avrebbe potuto incontrare una tale malattia. Il motivo è associato all'aumento della produzione di cortisolo, un ormone che svolge un ruolo importante nello sviluppo del feto ed è anche responsabile della formazione di reazioni allergiche.

Una esacerbazione è anche dovuta a una diminuzione dell'immunità, necessaria affinché il corpo della madre non rigetti il ​​feto. Questo spiega lo sviluppo della dermatite atopica durante la gravidanza. Il rischio è particolarmente alto se una donna ha avuto una diagnosi del genere o una tendenza alle allergie prima del concepimento. I fattori provocatori includono anche:

  • stress psico-emotivo eccessivo;
  • l'uso di alimenti allergenici;
  • condizioni ambientali sfavorevoli;
  • malattie croniche dell'apparato digerente;
  • disturbi endocrini;
  • cambiamenti ormonali nel corpo delle donne in gravidanza.

Come si manifesta la malattia durante la gravidanza

La malattia è abbastanza facile da riconoscere da un forte prurito e da eruzioni cutanee rosse che compaiono su addome, ginocchia, gomiti, petto e collo. Con un corso attivo, l'eruzione cutanea sembra piccole bolle con contenuto liquido. Quando scoppiano, sulla pelle compaiono zone umide, che poi si seccano e si staccano..

Il graffio fa diventare la pelle ispessita e ruvida. Questo fenomeno è chiamato lichenificazione. L'effetto sul feto della dermatite atopica durante la gravidanza è minimo. La malattia porta più disagio alla donna stessa, senza interferire con lo sviluppo del bambino. Le conseguenze possono verificarsi dopo la nascita, poiché la tendenza all'atopia è ereditata. In un bambino, può manifestarsi non solo sotto forma di dermatite, ma anche sotto forma di asma bronchiale o raffreddore da fieno.

Forme e stadi della dermatite atopica

Il I e ​​il III trimestre sono considerati periodi critici della gravidanza. Durante questo periodo, la dermatite atopica può essere grave. In altri casi, tutto viene bypassato con un flusso luminoso..

Il trattamento per la dermatite atopica durante la gravidanza dipende dalla gravità di:

  • Forma leggera. L'eruzione cutanea è lieve, accompagnata da gonfiore e ha una tinta rosata. Il peeling non viene osservato, il prurito della pelle si verifica periodicamente.
  • Forma media. Tutti i sintomi si intensificano, l'eruzione cutanea si diffonde in tutto il corpo: viso, schiena, addome, interno coscia. Un altro sintomo comune è l'oscuramento della pelle intorno agli occhi..
  • Forma severa. A causa del forte prurito, c'è la possibilità di esaurimenti nervosi e problemi di sonno. La pelle nel sito dell'eruzione cutanea diventa gonfia, squamosa, coperta da erosioni e pustole.

Trattamento corretto e sicuro

Il trattamento della dermatite atopica nelle donne in gravidanza è spesso difficile a causa dei divieti di droga. Anche molti unguenti che possono essere utilizzati negli adulti senza conseguenze sono proibiti durante la gravidanza. Ma la clinica "PsorMak" utilizza un unguento assolutamente innocuo e sicuro. Contiene solo ingredienti naturali, senza ormoni che possono influenzare il feto.

Cosa fare in caso di esacerbazione della dermatite atopica durante la gravidanza, lo sanno solo i medici esperti. Durante questo periodo, è particolarmente importante non auto-medicare, poiché la salute del bambino dipende anche dalla salute della donna. La clinica PsorMak ha sviluppato un regime di trattamento che tiene conto di tutte le caratteristiche e dei rischi che si presentano durante la gravidanza. Puoi fissare un appuntamento compilando il modulo sul sito, oppure chiamaci al +7 (495) 150-15-14, +7 (800) 500-49-16.

Dermatite nelle donne in gravidanza: cause e tipi

Durante il trasporto di un bambino, si verificano cambiamenti nel corpo di una donna, che possono portare a un'esacerbazione di malattie croniche o alla comparsa di nuovi disturbi. Circa il 65% delle donne in una posizione sviluppa la dermatite durante la gravidanza. E non si tratta solo di smagliature della pelle che compaiono in molte donne incinte, ma di una malattia più grave che necessita di un trattamento tempestivo e adeguato..

  • Cause di dermatite delle donne in gravidanza
  • Varietà
  • Dermatite atopica
  • Varietà polimorfa

Cause di dermatite delle donne in gravidanza

Molto spesso, la dermatite durante la gravidanza si sviluppa sullo sfondo dei cambiamenti ormonali nel corpo, ma non è esclusa la possibilità dell'influenza di un sistema immunitario indebolito. Durante questo periodo, una donna può sviluppare ipersensibilità a determinati cibi, così come stimoli esterni. Di conseguenza, sorge una suscettibilità speciale anche in quelle future mamme che non hanno precedentemente sofferto di allergie..

Si possono distinguere le seguenti cause di dermatite nelle donne in gravidanza:

  • l'impatto sul corpo di vari irritanti e allergeni;
  • un conflitto temporaneo tra le cellule della madre e del feto;
  • l'uso di unguenti con steroidi;
  • varie malattie del tratto gastrointestinale;
  • condizioni meteorologiche estreme (freddo, radiazione solare, vento forte);
  • predisposizione ereditaria;
  • fatica;
  • strumenti cosmetici;
  • tossicosi;
  • malattie infettive;
  • permanenza prolungata in luoghi con elevata umidità.

Consigli! Se in precedenza hai sofferto di una delle forme di dermatite o sei incline alle allergie, quindi anche prima della gravidanza, è consigliabile adottare misure preventive per ridurre il rischio di esacerbazione della malattia.

Varietà

La dermatite durante la gravidanza può comparire dal primo trimestre o svilupparsi gradualmente durante il processo di gestazione. La caratteristica principale di questo disturbo è che dopo la nascita di un bambino, scompare senza alcun trattamento. Tuttavia, è impossibile lasciare questa malattia senza trattamento, poiché causa molti problemi e disagio alla futura mamma. Per trovare un trattamento efficace che non danneggi né la madre né il feto, è necessario sapere che tipo di malattia stiamo affrontando.

La dermatite incinta può manifestarsi in modi diversi. I sintomi e il trattamento di ciascuna specie sono diversi. Durante la gravidanza, le donne affrontano più spesso i seguenti tipi di malattie:

  1. Dermatite atopica;
  2. Dermatosi polimorfica delle donne in gravidanza.

Parleremo ulteriormente dei sintomi, delle caratteristiche e dei metodi di trattamento per ogni tipo di dermatite..

Dermatite atopica

Questa forma della malattia è più spesso diagnosticata nelle donne in gravidanza. La dermatite atopica durante la gravidanza di solito si sviluppa sullo sfondo di una predisposizione ereditaria. Tuttavia, questo disturbo si verifica anche in altre popolazioni di età diverse..

In realtà, questa è la dermatite allergica nelle donne in gravidanza, poiché richiede la presenza di allergeni-catalizzatori per la sua comparsa:

  • polline delle piante;
  • tutti i tipi di prodotti chimici domestici;
  • articoli di lana o sintetici;
  • strumenti cosmetici;
  • alimenti allergenici;
  • Animali domestici.

La dermatite atopica nelle donne in gravidanza si verifica a causa di un ambiente inquinato, stress psico-emotivo, cibo di scarsa qualità. Può verificarsi un'esacerbazione della malattia a causa di varie infezioni, stress, umidità, sbalzi di temperatura, mancanza di luce solare.

Anche dalla foto è facile riconoscere la dermatite allergica durante la gravidanza. La donna incinta sviluppa eruzioni cutanee caratteristiche su ginocchia, addome, gomiti, petto e collo. I sintomi di questo disturbo, a seconda dello stadio della malattia, sono i seguenti:

  1. In una forma lieve, l'eruzione cutanea sotto le ginocchia, sui gomiti e sul collo è lieve. C'è un leggero gonfiore. Pelle senza desquamazione, normale umidità, colore rosa pallido. Il prurito si manifesta spesso solo la sera.
  2. Lo stadio intermedio della malattia è accompagnato dai seguenti sintomi: la pelle inizia a prudere più fortemente, l'eruzione cutanea colpisce il viso, la schiena, l'addome, il torace e le cosce. Si osserva spesso iperpigmentazione delle palpebre (oscuramento della pelle).
  3. La forma grave della malattia si sviluppa nell'ultima fase. È il più pericoloso e si presenta se una donna ha precedentemente sofferto di questo tipo di disturbo. La malattia si manifesta con forte prurito, disturbi del sonno, aumento dell'irritabilità. Le eruzioni cutanee si formano sulla pelle sotto forma di macchie e noduli, erosioni e pustole. La pelle è gonfia e squamosa.

La forma più grave di solito si sviluppa nelle donne con tendenza alla dermatite atopica nel primo e nel terzo trimestre di gravidanza. In questo caso, appare un'eruzione cutanea sulle mani, sulle gambe e persino su tutto il corpo..

Se la dermatite allergica viene diagnosticata nelle donne in gravidanza, il trattamento viene eseguito solo da un medico, poiché molti medicinali usati per trattare questo disturbo nelle donne non gravide possono avere un effetto negativo sul feto. Nella fase facile, il trattamento consiste nell'uso di preparati topici.

Affinché il trattamento della dermatite atopica dia l'effetto più veloce possibile, una donna dovrebbe sapere quanto segue:

  1. È necessario identificare ed escludere il contatto con un agente allergenico;
  2. A casa, devi fare la pulizia a umido ogni giorno e arieggiare le stanze;
  3. Tutte le piante da interno in fiore devono essere rimosse dalla casa;
  4. Cerca di sbarazzarti dei tappeti. Un minimo di mobili imbottiti. I riempitivi per cuscini e coperte dovrebbero essere solo sintetici;
  5. Cerca di utilizzare al minimo prodotti chimici domestici, vari cosmetici e profumi;
  6. Abbandona le cattive abitudini e riposati a sufficienza. Anche il fumo passivo può provocare malattie;
  7. Per ridurre il prurito, è utile fare una doccia di contrasto e utilizzare speciali creme ipoallergeniche;
  8. Evita di indossare indumenti sintetici e di lana. Aumenteranno il prurito della pelle;
  9. Gli alimenti allergenici devono essere completamente eliminati dalla dieta. Nella prima fase della malattia, è sufficiente abbandonare agnello, zucchine, cetrioli, rape, carne di cavallo e zucca. È anche meglio non mangiare zucca, ribes bianco, banane, ciliegie, uva spina e anguria..

Come prescritto dal medico curante, è indicata l'assunzione di sorbenti (Enterosgel, Filtrum) e di probiotici (Bifidumbacterin). I farmaci antiallergici sono necessariamente prescritti: Claritin, Suprastin e Tavegil.

Importante! Il trattamento della forma atopica della malattia del 2 ° e 3 ° stadio viene effettuato solo in un ospedale ospedaliero.

Varietà polimorfa

La dermatosi polimorfica della gravidanza viene solitamente diagnosticata nel terzo trimestre. Il secondo nome di questo disturbo è eritema tossico. La ragione di questo disturbo è il rapido aumento di peso di una donna incinta. Ciò è associato sia alla crescita intensiva del feto, all'aumento delle dimensioni dell'utero, della placenta e del liquido amniotico, sia a processi metabolici alterati. L'esacerbazione delle malattie croniche gioca un ruolo altrettanto importante nel rapido aumento di peso..

Spesso, la dermatosi polimorfica delle donne incinte si sviluppa sullo sfondo di un aumento del consumo di cibo in eccesso da parte della donna incinta. L'abbondanza di piatti grassi, fritti, farina e dolci aggiunge chili in più. Per questo motivo, anche il peso del feto aumenta in modo anomalo..

Importante! La gravidanza multipla, che a sua volta è accompagnata da un forte aumento di peso, è anche un fattore provocante per lo sviluppo di questo disturbo.

La dermatosi polimorfica delle donne in gravidanza è accompagnata dai seguenti sintomi:

  1. In primo luogo, l'eruzione cutanea appare sull'addome. Successivamente, si diffondono in tutto il corpo..
  2. È caratteristico che l'area intorno all'ombelico rimanga inalterata..
  3. Molto spesso, l'eruzione cutanea è localizzata su glutei, cosce e addome. Gli arti, il torace e il viso hanno meno probabilità di essere colpiti.
  4. Esteriormente, l'eruzione cutanea è molto simile all'orticaria. Le papule risultanti hanno una dimensione da 1 a 3 mm, sono eritematose, edematose, di dimensioni rossastre.

Successivamente, gli elementi dell'eruzione cutanea vengono combinati in placche, come grandi vesciche. A volte le dermatosi delle donne in gravidanza sono accompagnate dalla formazione di vescicole - vescicole piene di liquido.

I segni caratteristici della malattia:

  • confini chiari dell'eruzione cutanea;
  • forte prurito della pelle colpita;
  • papule compaiono spesso sulle strie (smagliature) che si verificano a causa del rapido aumento di peso;
  • le mucose non sono interessate.

La comparsa e la diffusione delle eruzioni cutanee continua per 1-2 settimane. In questo momento, c'è un forte prurito all'addome. Le strie spesso provocano prurito. A causa del forte prurito, la donna non riesce a dormire normalmente, è irritata durante il giorno. La completa cessazione della comparsa dell'eruzione cutanea si osserva dopo il parto per un massimo di 10 giorni.

Il trattamento della dermatite durante la gravidanza viene effettuato utilizzando i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Medicinali sedativi. Le donne incinte possono assumere l'erba madre, la valeriana e altri preparati a base di erbe senza alcol.
  2. Antistaminici.
  3. Miscele speciali applicate localmente che riducono il prurito, creme con calamina. Nei casi più gravi è indicata la terapia con pomate corticosteroidi..
  4. In una forma grave della malattia, il medico può prescrivere il trattamento con Prednisolone sotto forma di compresse per somministrazione orale a un dosaggio non superiore a 40 g / giorno.

Come trattare una forma moderata e grave della malattia, dovrebbe dire solo un medico. Nei casi lievi, una donna può usare la medicina tradizionale. I più sicuri sono lozioni a base di succo di patate, impacchi di foglie di cavolo, trattamento con estratto di rosa canina. Inoltre, per alleviare l'infiammazione e ridurre il prurito, è utile pulire la pelle con un decotto di corteccia di quercia, succo di Kalanchoe o linfa di betulla diluita.

Articoli Su Allergie Alimentari